FC Lugano

Aliseda: «Mi piace molto Lugano, qui giochiamo per il titolo»

blue Sport

26.1.2022

Ignacio Aliseda, il nuovo acquisto argentino del Lugano
Screenshot

blue Sport si è intrattenuto con il direttore sportivo dei bianconeri Carlos da Silva e con la nuova ala Ignacio Aliseda. La collaborazione con i Chicago Fire e le prime impressioni del nuovo arrivato sono i temi al centro delle interviste. 

blue Sport

26.1.2022

Lugano-Sportchef: «Chicago hilft uns, aber wir fällen die Entscheide»

Lugano-Sportchef: «Chicago hilft uns, aber wir fällen die Entscheide»

Der FC Lugano hat eine wichtige Zusammenarbeit mit US-Club Chicago Fire, die es unter anderem ermöglichte, den Spieler Ignacio Aliseda zu verpflichten. Carlos da Silva, Sportchef des FC Lugano, erklärt die Partnerschaft.

24.01.2022

Joe Mansueto è proprietario del Football Club Lugano e dei Chicago Fire, un bel vantaggio per la formazione ticinese, come sembrerebbe dimostrare anche il trasferimento dell'argentino Ignacio Aliseda dagli Stati Uniti alle sponde del Ceresio.

Con un valore di mercato di 3,5 milioni di euro, Aliseda era infatti uno dei giocatori più preziosi dei Chicago Fire, e si è trasferito in Ticino a gennaio (tassa di trasferimento sconosciuta).

«Il Lugano lavora in maniera autonoma»

«Bisogna capire la cooperazione in questo modo: noi cercavamo un'ala, Chicago ci ha contattati dicendo che Aliseda poteva entrare in linea di conto. Il ragazzo aveva il desiderio di trasferirsi in Europa», ha spiegato il direttore sportivo del Lugano Carlos da Silva in un'intervista a blue Sport.

«Abbiamo capito che lui ci poteva essere utile e che noi possiamo dargli l'opportunità di fare un ulteriore passo avanti in carriera», ha detto il dirigente a proposito del trasferimento del 21enne argentino.

Da Silva ha chiarito che il Lugano non deve allenare i giocatori di Chicago o viceversa. Tuttavia, seguendo la stessa filosofia e giocando in modo simile un giocatore può anche integrarsi rapidamente nel caso di un trasferimento.

«Abbiamo degli scambi quotidiani, ma l'obiettivo è che l'FC Lugano lavori in maniera autonoma. Anche quando si tratta di portare in Ticino dei nuovi giocatori», ha aggiunto da Silva.

Ignacio Aliseda, da Buenos Aires a Lugano

Nato a Buenos Aires, il ventunenne è stato acquisito dal club dell’Illinois nel febbraio del 2020. Con i Chicago Fire l'argentino ha disputato 43 incontri in due stagioni di MLS (Major League Soccer). Nel 2021 il suo bottino personale è stato di 4 reti su 23 presenze, di cui 16 da titolare.

Formato nel club Defensa y Justicia della provincia di Buenos Aires, Aliseda ha vestito in due occasioni la maglia della Nazionale Argentina U23. L'ala sinistra è arrivata a Lugano con un contratto valido fino a fine giugno del 2025.

In campo con la maglia bianconera per la prima volta in occasione dell'amichevole del 15 gennaio contro il Vaduz, il giovane argentino ha messo a segno la terza rete per i bianconeri, la prima della sua avventura a Lugano.

Lugano-Novize Aliseda: «Das Niveau hier ist deutlich höher als bei Chicago»

Lugano-Novize Aliseda: «Das Niveau hier ist deutlich höher als bei Chicago»

Der FC Lugano hat einen neuen Stürmer verpflichtet. Der 21-jährige Argentinier Ignacio Aliseda ist vom MLS-Club Chicago Fire in die Super League gewechselt.

24.01.2022

«Sfruttare la Super League come trampolino di lancio»

Lugano come trampolino di lancio per la grande Europa, come conferma lo stesso Aliseda a blue Sport, un club nel quale ha già visto molto potenziale.

«A Chicago abbiamo perso molte partite di fila - ha detto il neo acquisto dei bianconeri - qui siamo quarti e giochiamo per il titolo. Voglio dare il mio massimo contributo in campionato e in Coppa».

Aliseda ha detto che il suo obiettivo personale è quello di giocare il più possibile e di esibirsi bene. «Voglio svilupparmi ulteriormente, e vedo la possibilità di sfruttare la Super League come trampolino per fare il passo in un grande campionato europeo».

E come si trova il giovane argentino nella fredda Svizzera? «Mi piace molto a Lugano. Fa un po' freddo in questo momento e in realtà mi piace di più l'estate che l'inverno. Non ho ancora avuto la possibilità di esplorare veramente i dintorni, ma rimedierò», dice. «Tutto va bene con la squadra e lo staff. Sono molto soddisfatto», conclude il giovane.