Una vita da punta

Haaland fa 2 due passaggi in 74 minuti ma viene applaudito

fon

15.8.2022

Haaland non segna ma gioca bene.
Haaland non segna ma gioca bene.
Getty

Sabato il Manchester City ha sconfitto il neopromosso Bournemouth per 4-0, ma a far parlare i giornali è stata la prestazione di Erling Haaland, che ha effettuato solo due passaggi in tutta la partita, uno dei quali al calcio d'inizio. Ciononostante, il bomber norvegese è stato elogiato.

fon

15.8.2022

Dopo la sua doppietta nell'esordio stagionale contro il West Ham, match terminato 2-0, molti si aspettavano che Erling Haaland segnasse anche nella sua prima partita casalinga come Cityzens. Nel 4-0 senza storia del City sul Bournemouth invece, il gigante del nord è andato in bianco. Le reti dei padroni di casa sono state messe a segno da Ilkay Gündogan, Kevin de Bruyne e Phil Foden, mentre il definitivo 4-0 è stato un autogol.

Haaland può comunque prendersi il merito dell'assist del momentaneo 1-0. Il passaggio decisivo in favore di Gündogan è in realtà uno degli unici due passaggi che il norvegese ha effettuato fino alla sua sostituzione, avvenuta al 74esimo minuto. L'altro passaggio l'ha effettuato al calcio d'inizio del secondo tempo. Mai prima d'ora un giocatore titolare ha effettuato così pochi passaggi sotto la guida di Pep Guardiola al Manchester City.

Durante la partita, Haaland ha toccato la palla solamente in otto occasioni, solo una volta in più di Romelu Lukaku che, secondo il Daily Mail, la scorsa stagione aveva stabilito un record negativo con i suoi sette tocchi di palla in una partita giocata contro il Crystal Palace.

I complimenti di Guardiola

Nel caso del norvegese tuttavia non si può parlare di prestazione scadente, come ha tenuto a sottolineare il suo allenatore Pep Guardiola, numerosi compagni di squadra e pure i commentatori televisivi.

«Il compito più difficile del mondo è giocare come attaccante contro una difesa con tre centrali difensivi e tre centrocampisti centrali», così ha difeso il suo nuovo attaccante mister Pep Guardiola.

Con le difese schierate estremamente basse per far fronte alla potenza offensiva del City, molto probabilmente situazioni simili alla partita di sabato saranno all'ordine del giorno per Haaland.

«Il nostro compito è quello di fornirgli assist»

Al microfono della BBC, al termine dell'incontro, Gündogan ha invece commentato così: «Il nostro compito è quello di fornirgli assist. È affamato e cerca sempre di mettersi nella miglior posizione possibile per segnare. Oggi il gol non è arrivato, ma ha giocato molto bene». 

Anche l'ex difensore del Manchester City Micah Richards ha avuto belle parole per Haaland. «Non ha visto spesso la palla, ma giocando molto alto ha creato molto spazio per Bruyne e Gündogan. Con il suo gioco tiene occupati i difensori che non vogliono concedergli spazio», ha dichiarato l'attuale opinionista televisivo alla BBC.

Probabilmente ci vorrà ancora del tempo prima che Haaland si abitui ai suoi nuovo compagni di squadra e viceversa... ma nonostante ciò la via del gol ha già dimostrato di saperla trovare anche con la maglia del City.