Qatar 2022

Che colpo! Il Marocco elimina le Furie Rosse

Redazione blue Sport

6.12.2022

Mondiali: giorno 18. Nel nostro ticker trovate le ultime notizie sul grande evento.

Redazione blue Sport

6.12.2022

  • Liveticker
    Nuovi contributi
  • Liveticker finito
  • Dopo 130 minuti di gioco, ai rigori, passa l'ultima squadra africana ancora in gioco, il Marocco. Spagna a casa!

    Ziyech e compagni hanno infatti eliminato la Spagna, imponendosi 3-0 ai rigori dopo che i 120' si erano chiusi senza reti. Decisivo il portiere Bono.

    La partita è stata combattuta ma ha regalato poche emozioni, con gli iberici che hanno fatto il loro solito possesso palla (77%) senza però riuscire a impensierire più di tanto una selezione nordafricana ben messa in campo.

    E' dal 2010, anno in cui si laurearono campioni, che gli spagnoli non riescono a superare un turno a eliminazione diretta in un Mondiale.

    Per il Marocco si tratta invece di una vittoria storica: i magrebini avevano raggiunto gli ottavi di finale alla Coppa del Mondo una sola volta, nel 1986, quando persero contro la Germania dell'Ovest (0-1).

  • Spagna-Marocco: si va ai supplementari sullo 0:0

    Poche emozioni nei primi 90 minuti tra le due formazioni in campo. La più grande occasione sul conto dei marocchini. 

    Mazraoui testet Simon

    Mazraoui testet Simon

    Nach etwas mehr als einer halben Stunde versucht es Aussenverteidiger Noussair Mazraoui mit einem Distanzschuss.

    06.12.2022

    Una sola conclusione verso la porta avversaria per la Spagna nei primi 45 minuti: mai così male dal 1966 (almeno, da quando si raccolgono i dati). 

  • L'anteprima: Portogallo-Svizzera
    Svizzera-Portogallo: Shaqiri chiama Ronaldo

    Svizzera-Portogallo: Shaqiri chiama Ronaldo

    La Svizzera è pronta per affrontare il Portogallo al Lusail Stadium agli ottavi di finale della Coppa del Mondo, la vincente incontrerà il Marocco o la Spagna.

    06.12.2022

  • Il messaggio di Ronaldo per i tifosi e la Svizzera

     A poche ore dal calcio d'inizio della partita degli ottavi di finale Portogallo-Svizzera, Cristiano Ronaldo, che per il al momento non sta vivendo un Mondiale esaltante, si è rivolto ai suoi tifosi.

    «Oggi è il giorno del Portogallo! Per i portoghesi! Per noi e per i nostri! Questa giornata è per i sogni che ognuno di noi porta dentro di sé! Daremo tutto», ha annunciato il 36enne su Instagram.

  • Tutti e 26 già in campo per il Brasile

    Dopo il vastissimo turn over che l'allenatore Tite aveva fatto in occasione della partita con il Camerun, terza giornata del girone con il Brasile già qualificato, che aveva visto l'impiego del secondo portiere Ederson, ieri sera, nei minuti finali, a risultato già ampiamente acquisito, Tite ha fatto giocare anche il terzo portiere Weverton, mandandolo in campo al posto di Allison.

    «È sempre molto difficile sostituire un portiere – ha detto Tite a fine gara – ma quando ne abbiamo l'opportunità è molto positivo perché rende felice tutta la squadra».

    Al di là del primato statistico il Brasile, nei quarti di finale, avrà anche il vantaggio di aver già fatto rompere il ghiaccio con il torneo a tutti i giocatori.

  • Roy Keane critica i balletti brasiliani

    A un certo punto Roy Keane ne aveva abbastanza. «Non ho mai visto ballare così tanto», ha detto l'ex giocatore del Manchester United durante la pausa a ITV a proposito dei balletti brasiliani seguiti alle quattro reti segnate contro la Corea del Sud.

    Dopo i primi 45 minuti dell'ottavo di finale la Seleção aveva messo a segno appunto quattro reti, festeggiando ogni gol con delle "danze di gioia" davanti agli spettatori presenti allo stadio di Doha. «Non mi piace. La gente dice che lo fanno perché fa parte della loro cultura. Ma io credo che sia davvero irrispettoso nei confronti dell'avversario», ha tenuto a precisare Keane. 

    «Segnano quattro gol e ogni volta ballano in quel modo, e addirittura l'allenatore ne prende parte. Non mi piace per niente», ha concluso il 51enne.

  • Lula da Silva: «Pelé, salute a te»

    ll presidente eletto del Brasile, Luiz Inácio Lula da Silva, su Instagram celebra la vittoria contro la Corea del Sud negli ottavi di finale della Coppa del Mondo e augura una pronta guarigione a Pelé.

    Luiz Inacio Lula da Silva (sinistra) e  Pele (destra) in un'immagine del 2009
    Luiz Inacio Lula da Silva (sinistra) e  Pele (destra) in un'immagine del 2009
    KEYSTONE

    «Dobbiamo fare tutti il tifo affinché il miglior simbolo della Nazionale e del calcio brasiliano possa riprendersi ed essere tra noi per festeggiare la vittoria della sesta» Coppa del mondo.

    «Pelé, salute a te», afferma Lula, dopo aver dichiarato: «La vittoria di oggi è stata molto importante. Credo che il Brasile possa vincere la Coppa del mondo se gioca con la serietà del primo tempo di oggi».

  • Cambi in casa tedesca: Oliver Bierhoff si dimette

    Il direttore tecnico della DFB, la federcalcio tedesca, Oliver Bierhoff, lascia l'incarico con effetto immediato. È questa l'intesa raggiunta fra le due parti, dopo la debacle della Germania ai Mondiali del Qatar. Il 54enne ex attaccante dell'Udinese, che aveva un contratto fino al 2024, lascia la carica dopo 18 anni di lavoro in seno alla federazione.

    «Alcune delle decisioni che abbiano preso non si sono rivelate giuste. Nessuno rimpiange questo più di me, e per questo motivo me ne assumo la responsabilità», ha spiegato Bierhoff, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa tedesca Dpa.

  • Il ct della Corea del Sud lascia l'incarico dopo la scoppola di lunedì sera contro il Brasile

    Paulo Bento non è più il commissario tecnico della Corea del Sud. Lo ha annunciato lui stesso dopo la sconfitta (4-1) dei suoi contro il Brasile negli ottavi di finale dei Mondiali. «Ora devo riflettere sul futuro – ha detto Paulo Bento -, che non sarà con la nazionale della Corea del Sud. Ho già informato i dirigenti e i giocatori. Avevo deciso fin da settembre che me ne sarei andato comunque fosse andata qui. Comunque sono fiero di aver allenato questi ragazzi». 

  • Classifica marcatori (aggiornata al 5 dicembre ore 23:00)
    Kylian Mbappe 
    Kylian Mbappe 
    KEYSTONE

    - 5 reti: Mbappé (Francia)

    - 3 reti: Messi (Argentina-1); Valencia (Ecuador-1 rigore); Giroud (Francia); Rashford (Inghilterra); Gakpo (Olanda); Morata (Spagna)