Crosby insegue Ovechkin

Il capitano dei Penguins scrive la storia, che spettacolo!

Serfoni

11.4.2022

L'attaccante dei Penguins continua a stupire.

Serfoni

11.4.2022

Domenica, il capitano dei Penguins ha disputato il suo match numero 1'100 in NHL. Per festeggiare il 34enne si è regalato una prestazione davvero maiuscola.

La performance, ricca di tre punti, ha permesso a Crosby di superare Jarri Kurri, rendendolo il 22esimo giocatore più prolifico di tutti i tempi nella massima lega hockeystica nordamericana. Il canadese insegue ora Alex Ovechkin, il quale lo precede di solo tre punticini. Il gigante russo ha messo a referto 1'403 punti nelle sue 1'267 partite giocate, mentre Sid the Kid è giunto a quota 1'400 punti in "soli" 1'100 match.

Solo mostri sacri come Mario Lemieux, Wayne Gretzky e Steve Yzerman hanno raggiunto 1'400 punti vestendo la maglia di una sola franchigia. Per esempio Gretzky fece segnare 1'773 punti nelle dieci stagioni giocate con gli Edmonton Oilers, prima di lasciare il Canada per le palme di Los Angeles, città dove si esibì per 8 anni con i colori dei Kings.

Grazie alle due reti e all'assist della scorsa notte Crosby non solo ha scalato la classifica dei migliori scorer della storia, ma è anche diventato il primo giocatore della storia dei Penguins a scendere sul ghiaccio in 1'100 partite, e il quinto membro della covata del suo Draft, correva l'anno 2005, a raggiungere tale traguardo.

Con la prima rete dell'incontro, l'assist fornito al compagno Jason Zucker per il momentaneo 2-2 e il game-winnig gol siglato ai supplementari il centro cresciuto ad Halifax si è issato ancora di più fra la crème de la crème del suo sport, diventando il settimo giocatore più veloce - e terzo ancora attivo - nella storia della NHL a raggiungere il tetto di 1'400 punti.

Per il canadese si tratta della 158esima partita in carriera in cui ha messo a referto 3 punti, statistica che lo vede raggiungere il leggendario Guy Lafleur e Joe Sakic, all'11esimo posto nella storia della lega.

La rete in overtime è invece stata la sua 77esima, una in meno dell'amico e compagno di squadra Evgeni Malkin e Jaromir Jagr, i quali detengono - per ora - insieme il record della franchigia della Pennsylvania.

Molte statistiche, di cui le nostre sono solo la punta dell'iceberg, per definire con i numeri uno dei migliori giocatori di hockey di tutti i tempi, il quale però è molto di più. Un leader, un capitano, un playmaker, un importante uomo ingaggi, un giocatore veloce, estremamente elegante e dalle mani d'oro. Un atleta che continuerà a scalare le classifiche anche in futuro, rincorrendo risultati ed intrecciando anche il tempo.