Sostegno all'Iran In centinaia manifestano a Basilea per ricordare Mahsa Amini

scmi, ats

16.9.2023 - 15:02

Diverse centinaia di manifestanti si sono radunati oggi a Basilea per ricordare, nel primo anniversario della sua morte, l'icona delle proteste iraniane Mahsa Amini.
Diverse centinaia di manifestanti si sono radunati oggi a Basilea per ricordare, nel primo anniversario della sua morte, l'icona delle proteste iraniane Mahsa Amini.
Keystone

Diverse centinaia di persone sono scese in strada a Basilea in occasione del primo anniversario della morte dell'icona della protesta iraniana Mahsa Amini. La manifestazione nazionale è stata organizzata dal gruppo «Free Iran Switzerland».

16.9.2023 - 15:02

Il corteo è partito dall'Elisabethenanlage, nei pressi della stazione, per poi spostarsi verso la caserma. Tra i manifestanti c'erano quasi esclusivamente iraniani in esilio e rappresentanti della comunità curda, ha constatato un giornalista di Keystone-ATS presente sul posto. Un contingente di polizia ha accompagnato i manifestanti.

I manifestanti hanno chiesto alla Svizzera di cambiare la sua politica nei confronti dell'Iran. Hanno richiesto, ad esempio, che la Svizzera adotti le sanzioni dell'UE contro l'Iran e che il denaro appartenente ai membri del regime venga congelato.

Questo pomeriggio è stata annunciata anche una manifestazione a Lucerna in occasione dell'anniversario della morte di Amini.

Movimento di protesta

La morte di Amini, avvenuta lo scorso anno, ha scatenato le più gravi proteste in Iran degli ultimi decenni. A causa di un velo indossato in modo improprio, la giovane 22enne curda è stata arrestata con violenza dalla famigerata polizia morale il 16 settembre 2022. Entrò in coma e morì in ospedale.

Migliaia di persone sono accorse al suo funerale. Le proteste si sono diffuse a macchia d'olio dalle regioni curde. Inizialmente erano dirette contro il velo obbligatorio come parte di un movimento femminile, poi contro l'intero sistema politico islamico.

scmi, ats