Brexit: il governo di Boris Johnson cambia strategia

ATS

5.9.2019 - 12:16

Il leader laburista britannico Jeremy Corbyn.
Source: KEYSTONE/EPA/ANDY RAIN

Il governo conservatore britannico di Boris Johnson rivede la sua strategia per cercare di arrivare a elezioni anticipate a breve, dopo le sconfitte in serie patite mercoledì alla Camera dei Comuni.

Lo segnala una fonte laburista, riferendo di aver ricevuto rassicurazioni sulla volontà dell'esecutivo di non ostacolare più il passaggio ulteriore dell'odiato testo anti-«no deal» alla Camera dei Lord – in corso in queste ore – in modo da consentirne la piena approvazione in pochi giorni.

Il premier insiste di non voler chiedere alcun rinvio della Brexit. Ma la disponibilità a facilitare l'iter della legge anti-«no deal» mira evidentemente a ottenere dalla Camera quel via libera alle elezioni negato mercoledì.

Un semaforo verde che Jeremy Corbyn e alcuni laburisti sembrano giudicare inevitabile a stretto giro, una volta varata la legge, ma che altri chiedono tuttavia di rinviare a novembre: sperando di poter imporre prima per legge a Johnson l'umiliazione di dover chiedere a Bruxelles una proroga oltre il 31 ottobre.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS