Guerra in Ucraina Putin perde l'intera brigata, anche a causa del fuoco amico mirato

Di Philipp Dahm

19.9.2023

Nell'immagine illustrativa d'archivio militari ucraini operano con un obice trainato M777 da 155 mm di fabbricazione americana sulle loro postazioni nell'area di Kharkiv, Ucraina, 28 luglio 2022.
Nell'immagine illustrativa d'archivio militari ucraini operano con un obice trainato M777 da 155 mm di fabbricazione americana sulle loro postazioni nell'area di Kharkiv, Ucraina, 28 luglio 2022.
KEYSTONE

Poiché i soldati russi volevano arrendersi nei pressi di Avdiivka, l'artiglieria di Vladimir Putin ha preso di mira le sue stesse truppe. Tuttavia, il villaggio è stato liberato, così come la vicina Klishchivka.

Di Philipp Dahm

19.9.2023

Hai fretta? blue News riassume per te

  • L'esercito ucraino ha liberato il villaggio di Klishchivka, chiamato «Tritacarne».
  • Sebbene la situazione fosse disperata per i russi, le truppe continuavano ad avanzare: la 72. Separate Motor Rifle Brgade (la 72esima Brigata Separata di Fucilieri mecanizzati) è stata completamente decimata.
  • Pesanti combattimenti hanno continuato a infuriare nei pressi di Robotyne. Un video su Twitter mostra che gli scontri intorno a Werbowe sono particolarmente feroci.
  • Kiev continua a distruggere l'artiglieria e i sistemi antiaerei del nemico in modo mirato e apparentemente con successo.
  • Volodymyr Zelensky e il suo capo dell'intelligence Kyrylo Budanov hanno rilasciato interviste ai media occidentali.

Klishchiyvka è un «tritacarne», come abbiamo raccontato in un nostro precedente articolo sulla situazione della guerra in Ucraina.

In effetti, le forze armate ucraine vi hanno spazzato via un'intera brigata nemica. Per paura di subire una punizione, i comandanti russi avrebbero ripetutamente mandato al massacro la 72ª Brigata separata di fucilieri motorizzati, costituita solo nel 2022, nonostante la situazione fosse disperata.

La mappa altimetrica di questo campo di battaglia mostra il perché di questa situazione.

La foresta elevata a ovest di Klishchivka in mano agli ucraini e il fuoco dell'artiglieria hanno reso impossibili i contrattacchi russi contro l'insediamento.
La foresta elevata a ovest di Klishchivka in mano agli ucraini e il fuoco dell'artiglieria hanno reso impossibili i contrattacchi russi contro l'insediamento.
YouTube/Reporting from Ukraine

Il villaggio si trova in una conca, così che gli ucraini hanno potuto facilmente difendere Klishchivka con il supporto dell'artiglieria. Secondo quanto afferma Reporting from Ukraine,  nell'insediamento si sono ammassati così tanti corpi di militari russi che le forze di Kiev, che avanzavano da Ivaniske a nord-ovest, potevano sentire l'odore del luogo da diversi chilometri di distanza.

Nemmeno la 31esima brigata d'assalto aereo, che avrebbe dovuto disinnescare la situazione, ha potuto aiutare: il suo comandante è stato eliminato, ha aggiunto Reporting from Ukraine. Quando anche questa unità si è ritirata, ha perso molti altri uomini a causa del fuoco dell'artiglieria. Prima di allora, anche Andriivka, proprio accanto, era stata sgomberata.

Fuoco non amico: l'artiglieria di Putin attacca il suo stesso popolo

Nel processo, le forze armate ucraine hanno dato al nemico una possibilità di sopravvivenza: hanno usato un drone per invitare i russi ad arrendersi. Alcuni soldati hanno seguito il consiglio, ma non tutti sono sopravvissuti. Il motivo: l'artiglieria russa ha sparato contro coloro che volevano arrendersi. Per uccidere i soldati delle proprie truppe sono stati usati anche dei droni.

Come descritto nell'ultimo quadro della situazione, i russi hanno stabilito una nuova linea difensiva lungo il terrapieno della ferrovia che corre verso est oltre gli insediamenti perduti. Ma a quanto pare questa linea è già stata violata. Non è prevedibile che le truppe ucraine avanzino rapidamente.

Military Lab mostra nella piccola immagine il terrapieno ferroviario che le truppe russe stanno scalando in ritirata. Dall'altra parte, sono ora il nuovo bersaglio dell'artiglieria ucraina.
Military Lab mostra nella piccola immagine il terrapieno ferroviario che le truppe russe stanno scalando in ritirata. Dall'altra parte, sono ora il nuovo bersaglio dell'artiglieria ucraina.
YouTube/Military Lab

I villaggi a sud di Avdiivka, Kurdjumiwka e Osarjaniwka, sono elevati e difficili da catturare. Se le forze di Kiev avanzano più a est verso Opytne, si renderanno vulnerabili sui fianchi. Più importante sarebbe l'interruzione della strada T0513, che passa per Opytne e rifornisce Bachmut da sud.

Segnato in rosso: Opytne con la T0513 che porta a Bachmut a nord.
Segnato in rosso: Opytne con la T0513 che porta a Bachmut a nord.
Screenshot Google Heart

Un video su Twitter mostra pesanti combattimenti vicino a Werbowe

Non ci sono molti movimenti nelle altre sezioni del fronte. Uno degli obiettivi dell'esercito ucraino è il combattimento a Robotyne: le forze di Kiev stanno cercando di respingere i russi a ovest del villaggio per proteggere il proprio fianco.

Screenshot Military Lab
Screenshot Military Lab
Screenshot Military Lab

A est di Roboytne, i soldati di Volodymyr Zelensky continuano ad avanzare verso Werbowe, dove possono invadere la principale linea di difesa russa. La resistenza russa, come si vede nel tweet qui sotto, suggerisce che Mosca vuole impedirlo a tutti i costi.

Anche se la battaglia sul fronte è dura, non si può parlare di guerra di posizione. Questo è quanto affermano le analisi del capo del Centro di Situazione Ucraina della Bundeswehr, l'esercito tedesco, e dello storico di Yale Timothy Snyder.

Kiev continua a mettere fuori uso sistemi di artiglieria e antiaerei

«La narrativa della guerra di posizione viene diffusa proprio da persone simpatizzanti del Cremlino perché è falsa», afferma Snyder nell'intervista alla MSNBC. «Proprio perché gli ucraini stanno avanzando». Se la guerra continua così, dice, la Russia la perderà: attualmente si trova a «un punto cruciale».

Snyder è sicuro: «L'unico modo per fermare le uccisioni è vincere la guerra», afferma. Per questo l'Ucraina deve continuare a essere aiutata. Ma Kiev sta aiutando anche se stessa, continuando a colpire ed eliminare l'artiglieria e i sistemi di difesa aerea russi.

Solo il 16 settembre, secondo fonti ucraine, sono stati distrutti tre sistemi antiaerei, nove pezzi di artiglieria e un dispositivo di guerra elettronica. Un giorno dopo è stata attaccata un'altra postazione S-400 vicino a Sebastopoli, in Crimea.

Zelensky e Budanov rilasciano interviste ai media occidentali

Volodymyr Zelenskyj si è recato lunedì negli Stati Uniti. In precedenza, il presidente ucraino ha rilasciato un'intervista alla CBS. Alla domanda sui 70 miliardi di dollari di aiuti militari statunitensi, ha risposto: «Sono molti soldi. Siamo molto grati. Cos'altro deve fare l'Ucraina perché tutti possano misurare la nostra grande gratitudine? Stiamo morendo in questa guerra».

Quanto denaro sarà necessario per fermare Vladimir Putin, non può rispondere, dice Zelensky. La controffensiva non sta procedendo rapidamente, ma sta comunque facendo progressi giorno dopo giorno. «Non dobbiamo dare tregua a Putin». Ecco perché gli attacchi con i droni continueranno.

Anche il capo dell'intelligence militare di Kiev ha rilasciato un'intervista a un media occidentale: «La prima linea di difesa russa sull'asse meridionale, particolarmente importante, è in parte crollata», dice Kyrylo Budanov a The Economist. «Questo significa che l'operazione per rompere il ponte di terra tra la Crimea e la Russia può ancora essere realizzata prima che arrivi l'inverno».