Dopo Sommaruga Governo: Herzog si lancia nella corsa «Col cuore e la pancia»

mp, ats

10.11.2022 - 10:45

Eva Herzog ha deciso: si candida alla successione di Simonetta Sommaruga in Consiglio federale
Eva Herzog ha deciso: si candida alla successione di Simonetta Sommaruga in Consiglio federale
Keystone

Ora è ufficiale: la consigliera agli Stati Eva Herzog (PS/BS), tra le favorite per la successione di Simonetta Sommaruga in Consiglio federale, ha deciso di candidarsi. Lo ha annunciato lei stessa oggi in una conferenza stampa a Berna.

mp, ats

10.11.2022 - 10:45

Eva Herzog, 60 anni e madre di due figli, è alla Camera dei Cantoni dal dicembre 2019. In precedenza aveva fatto parte del Consiglio di Stato basilese (2005-2020), rivestendo la carica di responsabile delle finanze.

«Con il cuore e con la pancia»

«Quando ho saputo delle dimissioni di Simonetta Sommaruga, mi è molto rincresciuto, perché è un'eccellente consigliera federale con comprovata esperienza. Ma rispetto la sua decisione», ha detto Eva Herzog davanti ai media. «Mi sono presa qualche giorno di riflessione e oggi sono convinta con il cuore e con la pancia della mia candidatura», ha aggiunto la «senatrice» basilese.

La Herzog intende affrontare in seno all'esecutivo le grandi e difficili sfide con cui è e sarà confrontata la Svizzera. Ha motivato la sua candidatura con le sue esperienze di 15 anni quale consigliera di Stato basilese e di tre anni alla Camera dei cantoni. Le sue principali preoccupazioni sono la giustizia sociale, le pari opportunità, nonché la formazione e la ricerca.

Profonda conoscenza della politica finanziaria

Quale membro della Delegazione delle finanze delle Camere federali la Herzog può vantare una profonda conoscenza della politica finanziaria e ha dovuto affrontare l'enorme sfida legata alla crisi del coronavirus e ai crediti Covid alle imprese.

Ora la Delegazione è confrontata con le conseguenze della guerra in Ucraina, la possibile penuria di energia e l'inflazione galoppante, che colpisce in particolare la popolazione più debole, ha dichiarato. Anche la gestione del riscaldamento climatico assume una notevole importanza per la Herzog. Infine, la «senatrice» basilese h detto di volersi battere per una Svizzera aperta che vuole avere buoni rapporti con i suoi vicini.

La Herzog aveva già presentato la sua candidatura dodici anni fa per la successione di Moritz Leuenberger in Consiglio federale, ma era stato esclusa dal ticket ufficiale a beneficio di Simonetta Sommaruga (poi eletta) e Jacqueline Fehr (ZH).

Terza candidatura

Si tratta della terza candidatura finora annunciata, dopo quella del consigliere agli Stati Daniel Jositsch (PS/ZH), sceso in campo martedì nonostante la direzione del partito punti su un ticket composto di sole donne. Egli ha definito la volontà del PS «discriminatoria» e «anticostituzionale».

A questo proposito, la Herzog ritiene legittimo che la direzione del partito proponga un ticket formato da sole donne in vista del 7 dicembre. A suo avviso, tuttavia, si tratta soltanto di una proposta. L'ultima parola spetta infatti al gruppo parlamentare del PS.

Ieri sera ha reso noto di voler correre per il posto in Governo anche la consigliera di Stato bernese Evi Allemann, mentre ha dato forfait la consigliera nazionale, pure bernese, Flavia Wasserfallen. In precedenza anche l'ex «senatrice» argoviese Pascale Bruderer aveva rinunciato a presentare la propria candidatura.

mp, ats