Lugano: la donna, innamorata di un jihadista, voleva andare in Siria

SDA / pab

25.11.2020 - 12:43

Nel 2017 la presunta autrice dell'aggressione compiuta ieri alla Manor di Lugano voleva andare in Siria
SDA

La presunta autrice dell'aggressione con un coltello compiuta ieri pomeriggio alla Manor di Lugano ha cercato di recarsi in Siria nel 2017 da un jihadista, ma è stata trattenuta al confine turco-siriano.

Lo ha riferito oggi su twitter l'Ufficio federale di polizia (fedpol).

Secondo indagini di polizia condotte nel 2017 la donna aveva conosciuto e si era innamorata di un combattente jihadista siriano sui social media e voleva recarsi in Siria per raggiungerlo.

Le autorità turche l'hanno però fermata al confine turco-siriano e rimandata in Svizzera, si legge nel tweet.

La donna, che avrebbe aggredito altre due donne nel grande magazzino di Lugano ieri poco prima delle 14.00, ha sofferto di problemi psicologici ed è stata ricoverata in un istituto psichiatrico al suo rientro in Svizzera, precisa fedpol nel tweet. Dal 2017 non è più coinvolta in indagini a sfondo terroristico presso fedpol.

Tornare alla home page

SDA / pab