Covid In Ticino quasi dimezzati i casi, ma cresce il numero di morti

Swisstxt

2.11.2022 - 10:16

keystone

Casi di Covid in calo del 44% rispetto a una settimana. In leggera diminuzione anche i residenti delle case anziani e le strutture colpite dal virus. Raccomandate dal medico cantonale le misure base di protezione e la mascherina dove necessario.

Swisstxt

2.11.2022 - 10:16

L’evoluzione attuale mostra che in Ticino c'è stato un calo della maggior parte dei dati relativi al Covid-19, ma che si assestano su livelli comunque alti, sia per quel che riguarda il numero di casi sia di quello delle ospedalizzazioni.

Negli ultimi sette giorni, rileva l'Ufficio del medico cantonale, ci sono stati 1'169 nuovi contagi (-44% rispetto alla settimana precedente, quando erano 2'081) e le persone ricoverate in isolamento a causa del virus sono «stabilmente elevate» a 107 (-26% rispetto alla settimana precedente, che erano 143). In terapia intensiva si contano 7 persone ricoverate (9 quella precedente).

Tutti dati in calo, quindi, tranne quello relativo alle persone che hanno pers la vita per il Covid, che nell’ultima settimana sono 8 decessi, ossia due in più rispeto a sette giorni fa (per un totale di 1'262 da inizio pandemia).

A livello svizzero, nell'ultima settimana sono stati registrati 23'867 casi (ossia 6438 in meno rispetto ai sette giorni precedenti), ma altri 18 morti e 369 persone ricoverate (rispetto ai 24 decessi e 463 ricoveri della settimana precedente).

Il virus continua comunque quindi a diffondersi nella popolazione, con qualche segno di rallentamento, ma «la situazione resta sotto stretto monitoraggio». L’Ufficio del medico cantonale raccomanda di continuare a osservare le misure base di protezione e invita a indossare la mascherina negli spazi chiusi, trasporti pubblici e nei luoghi affollati.

La situazione nelle case anziani

Per quanto riguarda le case per anziani ticinesi, nella settimana dal 24 al 30 ottobre si sono contati altri 54 residenti positivi, contro i 69 di sette giorni fa. Diminuiscono anche le strutture interessate, che ora sono 18 a fronte delle 24 di una settimana fa, su un totale di 69.

C'è stato un altro residente che ha dovuto essere ospedalizzato (per un totale di 192 da inizio pandemia), mentre altri due hanno perso la vita (così come anche la settimana prima). Salgono quindi a 426 gli ospiti delle case anziani che sono deceduti per colpa del Covid.

C'è però anche un dato positivo, che è quello sulle guarigioni, che sono state questa settimana ben 55, numero simile a quello di sette giorni fa (per un totale di 2961 ospiti delle strutture per anziani che hanno sconfitto la malattia da inizio pandemia).

In oltre 24'000 hanno già fatto il richiamo

Ricordiamo che nel Cantone sono già più di 24'000 le persone che hanno già ricevuto o hanno prenotato la dose di richiamo, durante la prima fase della campagna autunnale di vaccinazione contro il Covid che ha preso il via l'11 ottobre.

Da questo mese di novembre, la campagna di vaccinazione proseguirà ai Centri cantonali di Quartino, Lugano/Besso e Bellinzona (Protezione civile dell’Espocentro), aperti in giornate prestabilite, e in 137 fra farmacie e studi medici diffusi su tutto il territorio cantonale.

Fino al 6 novembre, sono inoltre previste le tappe del programma di vaccinazione itinerante. Tutte le informazioni dettagliate sono pubblicate sulla pagina web del Cantone.

Swisstxt