Lauree false

I responsabili della IPUS si difendono

SwissTXT

30.10.2018 - 19:12

Carenti le informazioni date agli studenti, secondo il giudice
Carenti le informazioni date agli studenti, secondo il giudice
Source: ©Ti-Press/Francesca Agosta

"I patti erano chiari, gli studenti non possono dire di essere stati ingannati".

Punto per punto l'ex direttore della IPUS e la sua ex compagna, segretaria dell'istituto scolastico privato, hanno contestato il reato di truffa promosso dall'accusa.

I due sostengono di aver informato tempestivamente gli studenti anche sulle difficoltà sorte con l'università slovena che avrebbe dovuto certificare le lauree, che avrebbero dovuto essere valide in Svizzera e Europa.

Il presidente della corte, il giudice Marco Villa, dopo aver letto diverse testimonianze, ha affermato che "le informazioni date agli studenti erano quantomeno carenti".

Ticino & Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page

SwissTXT