Il COVID-19 cancella anche le nozze

SwissTXT / pab

23.4.2020

Immagine d'illustrazione
Ti-Press

La primavera e l'estate sono le stagioni più gettonate per i matrimoni. Ma quest'anno, l'epidemia di coronavirus ha costretto anche i futuri sposi a cambiare programma.

Come conferma la wedding planner ticinese Stefania Mauro, intervistata dal Quotidiano della RSI, i matrimoni previsti in questi mesi «sono stati rinviati all’autunno, nella speranza che tutto si sia risolto per ottobre».

Il consiglio: «Rinviare e non annullare»

Oltre al divieto di assembramenti, ristoranti e luoghi di ricezione sono chiusi, e gli eventi sono vietati e anche i viaggi sono sconsigliati o il più delle volte impossibili. Molte coppie, dunque, hanno dovuto cancellare le nozze o rinviarle all'autunno, senza tuttavia, alcuna certezza.

Per quanto riguarda la cancellazione e il rimborso delle spese per le prenotazioni, «c’è la possibilità che gli acconti versati non possano essere restituiti, dipende dagli accordi con i fornitori e dal singolo caso. Il consiglio è di rinviare il matrimonio e di non annullarlo, se possibile», spiega Mauro.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page