Digitale & Lifestyle

Allarme salmonella: a rischio tutte le carni

CoverMedia

29.10.2018 - 16:10

Source: Covermedia

Dallo scorso giugno sono stati riportati circa 165 casi di Salmonella Typhimurium solo nel Regno Unito.

Gli esperti di salute avvertono: il rischio di malattie causate dai bacilli della salmonella è in aumento negli ultimi mesi, in particolare in associazione con il consumo della carne di agnello e montone, tra le altre.

La FSA (Food Standards Agency) del Regno Unito punta il dito contro i bacilli del genere Salmonella Typhimurium: dal luglio del 2017 fino al maggio di quest’anno i casi riportati sono stati 118, ma negli ultimi 4 mesi vi sono stati altri 165 casi: da qui la necessità della FSA di rilasciare uno statement pubblico circa la preparazione e il consumo della carne cruda.

«Una probabile causa dell’aumento dei casi specificamente del bacillo Salmonella Typhimurium è la contaminazione crociata delle carni provenienti da pecore affette», ha dichiarato Nick Phin, direttore del National Infection Service presso l’ente sanitario Public Health England.

«Le persone possono venire contagiate in modi diversi, per esempio non cucinando bene la carne, non lavando le mani dopo aver toccato la carne cruda, o attraverso la contaminazione di altri cibi, superfici e utensili di cucina».

Sono cifre allarmanti, dato che prima del 2017 i casi di Salmonella riportati erano stati solamente due.

Il capo delle operazioni della FSA, dottor Colin Sullivan, tiene a precisare che non solo l’agnello e il montone, ma tutte le carni devono essere preparate con la massima attenzione.

«Il nostro consiglio è di stare più attenti a come conservate il vostro cibo e a come preparate e maneggiate la carne cruda», ha spiegato dottor Sullivan. «Ci si deve lavare le mani dopo aver toccato carne cruda, evitando la contaminazione di altri cibi in cucina e conservandola separatamente nel frigo, usando diversi taglieri e coltelli, e assicurandoci di cucinarla per bene, soprattutto nel caso della carne di agnello».

Tornare alla home page

CoverMedia