Bambini: frutta e succhi freschi migliorano l’alimentazione in età adulta

CoverMedia

26.6.2020 - 16:08

Brother and sister drinking orange juice When: 25 Apr 2017 Credit: Fotoagentur WESTEND61/Westend61/Cover Images
Source: Fotoagentur WESTEND61/Westend61/

Il consumo di spremute e frutti interi durante l’infanzia ha un impatto positivo sul peso e sullo stato di salute più avanti nella vita.

I succhi di frutta sono tra le bibite più amate dai bambini, ma gli esperti consigliano a tutti i genitori di offrire ai loro piccoli il frutto intero, oppure i succhi freschi al 100%.

Secondo il nuovo studio, condotto nell’Università di Boston, USA, bere questi succhi dall’età di circa 3 anni può significativamente abbassare il rischio di obesità più avanti nella vita e migliorare la generale qualità dell’alimentazione nella fase adulta.

I ricercatori hanno monitorato, nel corso di 10 anni, le abitudini alimentari e fattori come il peso e l’altezza di 100 bambini tra i 3 e i 6 anni, attraverso lo studio chiamato Framingham Children's Study.

Secondo il team, i bambini in età prescolare che bevevano un bicchiere di succo di frutta puro al giorno consumavano nettamente più frutta all'età di 14 anni e 17 anni, rispetto a quelli che, da piccoli, non bevevano succhi.

Questi teenager possedevano anche delle migliori abitudini alimentari, per esempio mangiavano più pietanze a base di verdure, tendevano ad essere più in salute ed avere un peso regolare.

«Il consumo di succhi di frutta puri, e in particolare di frutti interi, presenta benefici durante tutto il corso della vita», ha dichiarato la ricercatrice Lynn L. Moore. «Questo studio non è il primo ad indicare un legame tra il consumo di succhi di frutta nell’infanzia e una più alta qualità dell’alimentazione da adulti».

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica BMC Nutrition.

Tornare alla home page

CoverMedia