Digitale & Lifestyle

Beauty: una skincare senza alcol

CoverMedia

24.10.2018 - 08:33

Source: Covermedia

Se vogliamo illuminare la nostra pelle, è il momento di abbracciare una routine «sobria».

Prendere una pausa dagli alcolici può offrirci tantissimi benefici, non solo quando saliamo sulla bilancia, ma anche per la bellezza della nostra pelle.

Una ricerca effettuata per conto dell’associazione Macmillan Cancer Support ha recentemente rivelato che appena 30 giorni di astinenza all’alcol possono fare miracoli per la salute del nostro fegato, ma i benefici si vedono anche sulla pelle.

«L’etanolo distrugge le naturali strutture dei lipidi sulla pelle, e questo compromette la sua capacità di proteggere se stessa dall’ambiente», ha spiegato la dottoressa Pauline Hili di Nourish London, membro della Royal Society of Chemistry.

«Affligge anche la naturale barriera della pelle, che tiene i batteri a bada e dà alla pelle un aspetto sano e luminoso. E per le pelli sensibili, l’alcol aumenta di gran lunga il potenziale rischio di irritazione».

Gli effetti dell’alcol sono dannosi, possono alimentare un’infiammazione e causare ai pori della pelle di dilatarsi.

«È pur vero che l’etanolo, applicato localmente, in alcuni casi ha un’azione antisettica, ma per la routine quotidiana della pelle gli aspetti negativi sono molto più di quelli positivi, ed è per questo che noi scegliamo di non includerlo nelle nostre formule», ha continuato la dottoressa Hili. «Questo ci permette di fare spazio alle vitamine e ai minerali, che hanno più valore nutritivo per la pelle».

Proviamo il Super Serum del brand per illuminare la pelle, il Radiance Oil per rassodarla e la maschera Probiotic Mask per ripararla.

Altri marchi alcol-free sono Green People con la sua crema idratante Orange Blossom, ricca di antiossidanti per mantenere a bada dalle impurità, e i tonici di Kiehl e Neutrogena.

Tornare alla home page

CoverMedia