Digitale & Lifestyle

Cioccolato, tè e caffè: aggiungiamo zinco per vivere di più

CoverMedia

13.11.2018 - 16:10

Source: Covermedia

Gli scienziati hanno scoperto che questi alimenti aiutano a proteggere il nostro organismo dallo stress ossidativo.

Gli amanti del caffè e del cioccolato possono esultare di fronte a questa recente scoperta scientifica: insieme allor zinco, i loro snack al cacao preferiti possono fare miracoli contro il processo di invecchiamento e le malattie che causano morte precoce.

I ricercatori della University of Erlangen-Nuremberg, in Germania, e Auburn University negli USA, parlano di molecole organiche che vengono attivate bevendo tè e mangiando cioccolato, e che proteggono il nostro organismo dallo stress ossidativo. Le sostanze contenute in questi alimenti, così come lo zinco, possono avere un forte impatto sull’aspettativa di vita di ognuno di noi.

L’idrochinone è un componente che si trova nei fenoli, composti cristallini con punti di fusione generalmente bassi ed un odore molto caratteristico.

«Lo zinco attiva gli idrochinoni, producendo una protezione naturale contro i superossidi, prodotti derivati dalla respirazione cellulare umana, che danneggia le biomolecole del corpo, per esempio le proteine o i lipidi, e anche il genoma umano», legge lo statement dei ricercatori. «Si pensa che il superossido abbia un ruolo importante nel processo di invecchiamento e in una varietà di malattie come il cancro, le infiammazioni e le patologie neurodegenerative».

Tuttavia, l’idrochinone da solo non è in grado di disgregare i superossidi, ma in combinazione con lo zinco, viene creato un metallo complesso che imita gli enzimi che proteggono l’organismo dai processi di degradazione causati dall’ossidazione.

Ora gli scienziati stanno esplorando nuovi modi di inserire lo zinco nei cibi che naturalmente contengono idrochinone, al fine di migliorare le condizioni di salute generale degli individui. Tanti alimenti – per esempio il latte vegetale e i cereali – sono già «fortificati» con calcio, minerali e vitamine.

«È certamente possibile che il vino, il caffè, il tè e il cioccolato possano avere in futuro l’aggiunta di zinco», ha dichiarato la dottoressa Ivana Ivanovi-Burmazovi. «Tuttavia, un qualsiasi contenuto di alcol distruggerebbe gli effetti positivi di questa combinazione».

Tornare alla home page

CoverMedia