Nuovo studio: la dieta vegana aiuta a prevenire il diabete e l'obesità

CoverMedia

12.2.2019 - 16:10

Source: Covermedia

Un’alimentazione priva di carne e derivati promuove le funzioni degli ormoni intestinali, ma non solo…

Mangiare vegano ci aiuta a mantenere il peso forma, oltre che vivere nel rispetto del Pianeta e delle sue risorse. Ma parliamo principalmente della nostra salute: il cibo vegano ci consente di regolare la produzione di ormoni, il livello di glucosio nel sangue, e di aumentare il senso di sazietà dopo mangiato. Se abbiamo abbracciato il breve trend Veganuary durante tutto gennaio, e ora vogliamo continuare sulla stessa strada cruelty-free, le ragioni per farlo non mancano di certo.

Mangiare frutta e verdura previene il diabete..

Consumare in quantità frutta, verdura, noci, cereali e fibre è certamente benefico per la perdita dei chili di troppo, ma anche per ridurre nettamente il rischio di sviluppare il diabete: una percentuale bassissima anche rispetto ai vegetariani, che decidono invece di includere le uova, il latte, il burro ed altri prodotti di derivazione animale nelle loro alimentazioni.

...e regola gli ormoni dell'intestino

«Mangiare vegano promuove gli ormoni dell’intestino, che a loro volta regolano il peso corporeo, aumentano la secrezione dell’insulina, regolano lo zucchero del sangue e ci garantiscono una sensazione di sazietà maggiore e più duratura», ha dichiarato la dottoressa Hana Kahleova. «Il fatto che delle scelte alimentari semplici possano aumentare la secrezione di questi ormoni salutari è assai importante per i pazienti con il diabete o con problemi di peso».

I risultati dello studio

Per lo studio, la dottoressa ha messo a confronto un piatto vegano con uno contenente carne e formaggio, offrendo le pietanze ad un gruppo di 60 uomini: 20 erano obesi, 20 avevano il diabete di tipo 2, e 20 erano in salute.

I due piatti contenevano la stessa quantità di calorie e lo stesso tasso di macronutrienti, ma secondo i risultati, quello vegano offriva dei benefici nettamente superiori dal punto di vista gastrointestinale, rispetto a quello non-vegano.

In più, tutti i partecipanti hanno espressamente riportato una maggiore sensazione di sazietà ed appagamento a seguito del pasto vegano. Le pietanze vegane contengono, in generale, più fibre e meno calorie di quelle a base di carne e/o derivati.

«Questo studio è l’ennesima prova che la dieta vegana può aiutare a gestire e a prevenire il diabete di tipo 2 e l’obesità», conclude la dottoressa Kahleova.

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica Nutrients.

Consigli per vivere in buona salute

Tornare alla home page