I prodotti Dolce & Gabbana cancellati dagli e-commerce cinesi

CoverMedia

23.11.2018 - 14:30

Domenico Dolce e Stefano Gabbana assicurano: «I video pubblicati sui social media non erano autorizzati». Intanto i prodotti della griffe italiana spariscono dagli store on line in Cina. 

I designer di Dolce & Gabbana hanno espresso le loro scuse per la cancellazione dello show in calendario a Shangai.

La sfilata dell’etichetta era prevista per il 21 novembre nella capitale cinese, ma è stata annullata in seguito ad una serie di post pubblicati dalla maison via social in cui secondo gli utenti web viene banalizzata la cultura cinese, e Gabbana è stato accusato di razzismo per aver pubblicato messaggi di cattivo gusto dal proprio profilo Instagram.

Mentre la polemica infuria, Dolce e Gabbana hanno pubblicato su Instagram un altro messaggio per i loro 18 milioni 900mila follower, definendo l’annullamento della sfilata di Shangai spiacevole.

«Il nostro sogno era portare a Shanghai un evento tributo dedicato alla Cina che racconta la nostra storia e visione. Non era semplicemente una sfilata di moda, ma qualcosa che abbiamo creato soprattutto con amore e passione per la Cina e per tutte le persone di tutto il mondo che amano Dolce & Gabbana», hanno dichiarato Domenico Dolce e Stefano Gabbana in una nota.

«Quello che è successo oggi è stato molto sfortunato non solo per noi, ma anche per tutte le persone che hanno lavorato giorno e notte per dare vita a questo evento. Dal profondo del cuore, vorremmo esprimere la nostra gratitudine ai nostri amici e ospiti. Domenico Dolce e Stefano Gabbana».

Nelle prime scuse, gli stilisti hanno dichiarato con veemenza che tutti i messaggi condivisi via social non erano stati autorizzati. Aggiungendo che i loro avvocati stavano indagando sulla questione.

«Siamo molto dispiaciuti per eventuali disagi causati da questi post non autorizzati, commenti e messaggi diretti. Non abbiamo nient'altro che rispetto per la Cina e il popolo della Cina», aveva commentato il duo.

I video pubblicati sulla piattaforma cinese Weibo e ora rimossi hanno creato sdegno fra molte celebrità asiatiche tra cui TF Karry Wang, l'ambasciatore del marchio Dolce & Gabbana Asia-Pacifico, che ha terminato il contratto con la compagnia, e l'attrice cinese Zhang Ziyi, che ha dichiarato su Weibo di voler boicottare l’etichetta.

Tornare alla home page

CoverMedia