Digitale & Lifestyle

Rabbia a stomaco vuoto? È colpa della fame

CoverMedia

3.10.2018 - 16:10

Source: Covermedia

La scienza conferma: un basso livello di zuccheri nel sangue influenza negativamente il nostro umore.

Un team di psicologi in Canada ha scoperto un legame tra il livello di glucosio nel sangue e il nostro stato d’animo. Per questo, quando abbiamo fame e non c'è in programma di soddisfarla nell’immediato, tanti di noi vengono travolti da sensazioni negative che, a loro volta, possono causare ansia, nervoso e sfuriate impreviste.

I ricercatori della University of Guelph, in Canada, hanno condotto l’esperimento su un gruppo di ratti, scoprendo che quando il livello di glucosio nel sangue era basso (tanto da provocare l’equivalente negli umani di una sensazione di forte languore) gli animali dimostravano una condizione di forte stress e tensione.

«Abbiamo rilevato delle prove a dimostrazione che un cambiamento nel livello di glucosio può avere un effetto duraturo nel nostro umore», ha spiegato professor Francesco Leri. «Io inizialmente ero scettico ogni qualvolta che sentivo che le persone si alteravano se restavano senza mangiare, ma ora ci credo!».

Durante l’esperimento, il livello di zuccheri delle cavie è stato tenuto sotto controllo attraverso delle iniezioni di glucosio e acqua. Ogni volta che potevano scegliere, i ratti evitavano di entrare nell’area che associavano con un senso di ansia causata dal basso livello di glucosio.

«Un cattivo umore e un’alimentazione irregolare possono diventare parte di un circolo vizioso», ha aggiunto Thomas Horman, leader dello studio. «Se una persona non mangia bene, può provare un calo d’umore, e questo calo d’umore a sua volta può provocare inappetenza».

Gli scienziati stanno continuando gli studi per esplorare un potenziale legame tra il senso di fame associato ad un’emozione di rabbia con i problemi mentali e i disturbi alimentari.

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica Psychopharmacology.

Tornare alla home page

CoverMedia