Rimozione del cerume: i pericoli per le orecchie

CoverMedia

6.12.2017 - 16:11

Covermedia

Gli esperti di salute avvertono: il metodo dell’irrigazione deve essere fatto da specialisti.

La maggior parte di noi sa che rimuovere il cerume con un «apposito» cotton fioc è altamente sconsigliato dagli esperti, in quando può causare ai depositi di cerume di finire più in profondità all’interno della cavità dell’orecchia e danneggiare il delicatissimo timpano. Un metodo considerato più sicuro è quello della siringa, attraverso cui si inietta manualmente dell’acqua per ripulire il canale dal blocco dello stesso cerume.

Tuttavia, le autorità mediche del National Institute for Health and Care Excellence del Regno Unito (NICE), incoraggiano a non intraprendere questo sistema con il fài da tè, o se non abbiamo delle necessità precise. Secondo gli esperti, solo chi soffre di perdita dell’udito o di un eccessivo accumulo di cerume deve rivolgersi ad una clinica e risolvere il problema con l’aiuto di specialisti.

«L’irrigazione dell’orecchio è un modo efficace di rimuovere il cerume, ma devono essere applicate delle apposite gocce per ammorbidire il deposito, prima di intervenire con l’irrigazione», ha spiegato Katherine Harrop-Griffiths, esperta di medicina audiovestibolare.

Secondo la dottoressa, un individuo che presenta difficoltà uditive non causate da un deposito di cerume o da un’infezione – nel caso di un problema che si manifesta per la prima volta – deve inoltre rivolgersi ad un servizio di audiologia per un test all’udito, a prescindere dalla sua età.

«Le nostre linee guida possono fornire un prezioso aiuto alle persone che soffrono di perdita dell’udito e ricevere il giusto servizio al momento opportuno, a seconda dei sintomi del paziente», ha aggiunto Mark Baker, a capo del centro per le linee guida NICE.

Tornare alla home page

CoverMedia