Silvia Venturini Fendi «ipnotizzata» da Karl Lagerfeld

CoverMedia

14.3.2018 - 13:10

Source: Covermedia

La designer della famosa Baguette Fendi è attualmente l'unico membro della famiglia a lavorare per il business.

Silvia Venturini Fendi è rimasta affascinata da Lagerfeld fin dal loro primo incontro.

La designer è direttore creativo del reparto accessori e menswear del marchio di lusso italiano per il quale Karl lavora dal 1965.

«L’ho conosciuto quando avevo cinque anni», ricorda Silvia Venturini Fendi, durante un'intervista con la rivista indiana Femina.

«Ogni volta che Karl era a Roma non potevo nemmeno pensare di disturbare mia madre, dovevo essere attenta e scrupolosa quando lui era nei paraggi, la relazione con Karl è cresciuta così ed è stato un processo molto naturale».

La maison, fondata dai nonni di Silvia Adele e Edoardo, è stata poi trasmessa a sua madre Anna e alle sue quattro zie: Paola, Franca, Carla e Alda.

Il couturier tedesco fu in seguito assunto sotto la guida delle Fendi, dove secondo Silvia è stato in grado di condividere la visione della famiglia e della compagnia.

«Entrambi conosciamo molto bene Fendi: è un'azienda fatta da donne, da mia madre e dalle sue sorelle, ma anche da un uomo incredibile: Karl», ha commentato con un sorriso la designer.

«Abbiamo la stessa visione, siamo così dedicati, così coinvolti in ogni sua creazione, per noi è abbastanza facile dire: "Oh, questo è Fendi, e questi non lo è”. Quando ha un'idea, so cosa si aspetta da noi».

Silvia, che ha creato la famosa Baguette Fendi nel 1997, è attualmente l'unico membro della famiglia a lavorare per il business, ammettendo che il nome di famiglia aggiunge ulteriore pressione.

«Ho sempre sentito che dovevo essere all'altezza dello straordinario esempio e degli standard che mia madre e le sue quattro sorelle avevano stabilito. L’esperienza ha messo molte responsabilità sulle mie spalle, ma allo stesso tempo è stato incredibilmente stimolante».

Tornare alla home page

CoverMedia