Combattere lo spreco

I marchi della moda riducono la produzione di buste di plastica 

CoverMedia

31.10.2018 - 13:11

Source: Covermedia

Insieme a Stella McCartney, Burberry e H&M, sostengono l'iniziativa anche i capi di L'Oreal, Inditex e The Coca-Cola Company.

I dirigenti di Stella McCartney, Burberry e H&M hanno promesso di ridurre i rifiuti plastici.

In seguito alla crisi mondiale che vede molti Paesi alla mercé di montagne di spazzatura, i funzionari della Ellen MacArthur Foundation, in collaborazione con la UN Environment, hanno lanciato la campagna globale New Plastics Economy: strategia volta ad eliminare i rifiuti plastici e l'inquinamento direttamente alla fonte.

Oltre a McCartney, Burburry e H&M, prendono parte all'iniziativa Inditex - che possiede Zara - Danone, L'Oreal, Mars, Incorporated, PepsiCo, The Coca-Cola Company e Unilever.

Il New Plastics Economy Global Commitment è stato firmato da 290 organizzazioni, che rappresentano il 20 percento di tutti gli imballaggi di plastica prodotti a livello globale.

Gli obiettivi dello schema includono l'eliminazione di imballaggi di plastica problematici o superflui, il passaggio da modelli di imballaggio monouso, assicurando che il 100 percento degli imballaggi di plastica possa essere facilmente riutilizzato, riciclato o compostato entro il 2025 e che la plastica prodotta circoli.

«Sappiamo che ripulire la plastica dalle nostre spiagge e dagli oceani è vitale, ma ciò non impedisce la marea di plastica che entra negli oceani ogni anno», afferma Ellen MacArthur.

«Abbiamo bisogno di spostarci a monte verso la fonte del flusso. L'impegno globale di New Plastics Economy traccia una linea nella sabbia, con aziende, governi e altri in tutto il mondo che si uniscono dietro una chiara visione di ciò di cui abbiamo bisogno per creare un'economia circolare».

Nove consigli per migliorare il mondo

Tornare alla home page

CoverMedia