Religione

Chiese abbandonate: la fede perduta

hgm-press

30.5.2018

Mura coperte di ragnatele, soffitti sfondati. Il fotografo Alessandro Romanelli propone un viaggio nelle chiese ormai in stato di abbandono.

«Non è stato facile trovare questi tesori nascosti. Più volte mi sono avventurato su terreni impervi per scattare una foto; sono stato costretto ad aggirare i cani da guardia e a fuggire dai servizi di sicurezza», racconta l'esploratore urbano Alessandro Romanelli (45 anni), ricordando il suo viaggio unico in Francia, Germania, Polonia e Repubblica Ceca. Che, per il fotografo, ha rappresentato l'occasione di scoprire dei luoghi di culto che ormai sono ridotti a rovine.

In alcuni casi lo stato in cui versano le chiese è ormai di degrado avanzato, e c'è chi ritiene rifletta la perdita di fede. In questi luoghi in cui una volta centinaia di credenti celebravano la messa, oggi c'è solo un vuoto surreale. E le note degli organi sono state sostituite dal silenzio.

La catastrofe di «Dinosaur World»

Le immagini del giorno

Tornare alla home page