Fascino e un'acconciatura inossidabile: la principessa Beatrice compie 80 anni

Annette Birschel, dpa

31.1.2018

Beatrice ha regnato sui Paesi Bassi per più di 30 anni. Ha segnato un'epoca per il suo Paese. Da qualche tempo, si gode la sua meritatissima pensione. Il 31gennaio, Bea festeggia il suo 80° compleanno.

Un sorriso radioso e una pettinatura stilosa, che non abbandonerebbe per nulla al mondo — è così che conosciamo l'anziana regina Beatrice. Il 31 gennaio, la regina festeggia i suoi 80 anni. Malgrado la sua età, resta splendente e sfoggia sempre una pettinatura impeccabile. È come se nulla fosse cambiato.

Dalla sua abdicazione cinque anni fa, Beatrice ha recuperato il suo titolo di principessa. Oggi, occupa sempre il suo ufficio al palazzo dell'Aia ed onora ancora con la sua presenza gli appuntamenti ufficiali, sollevando così in qualche modo suo figlio, il re Willem-Alexander e sua moglie Máxima. Tuttavia, in quanto neo pensionata, si dedica soprattutto alle sue passioni — in particolare alla cultura. Infatti, non si perderebbe per niente al mondo l'apertura dell'«Holland Dance Festival» dell'Aia.

Beatrice ha regnato sui Paesi Bassi per 33 anni. Per numerose generazioni, è stata l'emblema del paese, così come i tulipani, il formaggio e le biciclette. Gli olandesi scoprono oggi con sorpresa che si accontenta di un ruolo defilato nel Paese.

«Maniaca del controllo» e pugno di ferro

E questo anche per il suo compleanno. Il 31 gennaio, festeggerà il suo compleanno in compagnia della sua famiglia, ha comunicato la corte. Solo il 3 febbraio Beatrice inviterà i suoi amici e tutte le sue conoscenze a un ricevimento privato organizzato a palazzo, ad Amsterdam.

Dalla sua abdicazione, Beatrice non si è più espressa pubblicamente, né sulle attività statali né sul suo regno. Soprattutto, si è astenuta da fare qualsiasi tipo di commento sullo stile di governo di suo figlio. Beatrice sorride, saluta e se ne sta zitta. Gli olandesi non pensavano che potesse accontentarsi di così poco. Quando era ancora regina, era considerata come una «maniaca del controllo». Era ugualmente conosciuta per le sue opinioni nette e la sua fermezza.

L'ex sovrana è riuscita a guadagnarsi il rispetto del suo popolo attraverso il sudore della sua fronte. Quando era salita al trono il 30 aprile 1980, alcuni squatter di Amsterdam lanciatisi in combattimenti di strada con la polizia, esclamarono: «Non c'è alloggio, non c'è incoronazione».

Il suo matrimonio con un tedesco aveva provocato l'indignazione del popolo

Già durante il suo matrimonio, nel 1966, aveva fatto scandalo. Per la grande indignazione di numerosi dei suoi concittadini, Beatrice aveva sposato un tedesco. Il principe Claus von Amsberg era di certo riuscito a far breccia nel cuore dei suoi nuovi sudditi, ma la monarchia era tutto salvo che stabile.

È stato grazie alla sua fermezza, in particolare nei confronti della sua famiglia, che Beatrice ha assicurato la sopravvivenza della monarchia. Per questo, la famiglia reale dei Paesi Bassi non ha mai conosciuto scandali simili a quelli che hanno scosso i Windsor.

Per Beatrice, il suo ruolo di regina era molto più di un lavoro. «Per me, è sempre stato un privilegio poter dedicare una parte della mia vita al mio paese», aveva dichiarato nel 2013, al momento dell'annuncio della sua abdicazione.

Quando nel 1945 era rientrata dal Canada, paese in cui era andata in esilio con la sua famiglia, la principessa di sette anni aveva dovuto conoscere il suo paese — compito al quale non ha mai smesso di dedicarsi. Nella sua gioventù, la principessa ereditaria si era preparata alla sua futura funzione partecipando ad alcuni ricevimenti, integrando il consiglio di Stato e seguendo studi di diritto nella città di Leida. Aveva anche attraversato il quartiere caldo di Amsterdam, con occhiali sul naso e un foulard in testa, in compagnia dell’Armata del saluto.

Destino personale

«È una vera e propria donna di potere», ha dichiarato un giorno lo storico Geert Mak, esaltando la sua disciplina. E in molti sono dello stesso avviso. Anche i repubblicani convinti l'avrebbero eletta presidente senza batter ciglio.

Beatrice ha regnato sui Paesi Bassi come un capo aziendale. Portava i suoi grandi cappelli e i suoi vestiti dalle larghe spalle come un uniforme. Durante il suo regno, nessun primo ministro ha mai osato presentarsi a una riunione senza essere preparato. Beatrice leggeva non soltanto tutti i dossier, ma si faceva anche un'opinione particolarmente netta in merito.

Di fronte al grande malcontento di numerosi politici, sfruttava con brio i suoi margini di manovra politica. Così, nei suoi discorsi di Natale, non esitava ad esaltare la società multietnica e la protezione dell'ambiente, invitava alla tolleranza o metteva in guardia rispetto all'onnipotenza di Internet.

Ma è anche una «madre per la patria», come amavano chiamarla i media. Ad ogni catastrofe, si spostava per portare sostegno al suo popolo. E gli olandesi sono stati testimoni dei tragici risvolti del destino che la regina ha dovuto affrontare. Suo marito, il principe Claus, è morto nel 2002, e suo figlio, il principe Friso, ha perso la vita nel 2013, dopo un tragico incidente a causa di una valanga, a cui erano seguiti lunghi mesi di coma.

Oggi, la principessa Beatrice vive di nuovo al castello di Drakensteyn, nella provincia olandese di Utrecht, dove trascorre da anni bellissime giornate con suo marito e i suoi tre figli. Ha del tempo per dedicarsi alla sua passione, la scultura, e ai suoi otto nipoti.

Tornare alla home page