Il matrimonio di Meghan e Harry: fonte di ingenti guadagni?

Christoph Meyer, dpa

7.2.2018

Il matrimonio da sogno del principe Harry e di Meghan Markle, che sarà celebrato alle porte di Londra, rappresenta una prospettiva di ottimi affari in molti settori. Che si tratti di alberghi, di negozi di souvenir o dell'industria della moda, molti si stanno già sfregando le mani.

A quattro mesi dalla data prevista per il matrimonio del principe Harry e di Meghan Markle, le tazze con i volti dell'ultima coppia reale convolata a nozze figurano ancora nelle vetrine dei negozi di souvenir di Windsor. Sono trascorsi ormai quasi sette anni da quando il principe William e la duchessa Kate si sono uniti in matrimonio nell'abbazia di Westminster, a Londra, sotto gli occhi del mondo intero. «Liquidazione», si legge su di un cartellino scritto a mano ed esposto sullo scaffale della merce scontata. «Dobbiamo fare posto ai nuovi articoli», spiega una signora dietro il bancone.

La prossima grande cerimonia dovrebbe svolgersi a Windsor: il 19 maggio il principe Harry e l'attrice Meghan Markle si sposeranno. I commercianti della città, situata alle porte di Londra, si rallegrano soprattutto dell'arrivo dei turisti americani. «Gli americani spendono molti soldi», dichiara una commessa. Se questo matrimonio promette di essere particolarmente redditizio per la Gran Bretagna è soprattutto grazie al fatto che Meghan è un'attrice hollywoodiana. Tuttavia questa non è l'unica ragione.

I commercianti contano sull'«effetto Meghan»

La società di consulenza finanziaria Brand Finance stima che nel 2018, l'economia inglese godrà di nuovo slancio, con più di un miliardo di sterline (circa 1,15 miliardi di euro) prodotte da questo matrimonio. Se gli esperti ritengono che solo il turismo porterà già un incasso di 300 milioni di sterline, la copertura mediatica, i diritti televisivi e d'immagine, nonché la pubblicità dovrebbero produrre altri 300 milioni di sterline. Si calcola anche che l'organizzazione dei festeggiamenti potrebbe costare 250 milioni di sterline.

A tutto ciò bisogna aggiungere l'«effetto Meghan»: la febbre è paragonabile a quella causata dalla duchessa Kate. Effettivamente, gli abiti indossati da Meghan si vendono come il pane e potrebbero generare un incasso di 150 milioni di sterline. Quanto alla vendita di souvenir, potrebbe produrre 50 milioni di sterline.

Tuttavia, ancora non è dato sapere se i turisti americani accorreranno in massa il giorno del matrimonio. Per il momento, non si è registrato alcun aumento delle prenotazioni sui voli, osserva Olivier Jager, direttore di ForwardKeys, azienda specializzata nell'analisi delle prenotazioni aeree.

Anche Tom Jenkins, dell'associazione turistica European Tourism Association, mette in guardia: «Non aspettatevi che i turisti stranieri giungano a frotte per questo matrimonio reale. Si tratta di un evento nazionale.»

Gli alberghi di Windsor sono già al completo

Anche la maggior parte dei negozi di souvenir di Windsor si dimostrano prudentemente ottimisti. Malkit Singh Aujla, che gestisce una boutique situata proprio davanti al prestigioso castello, conta su di un aumento della domanda durante le settimane precedente e seguente al matrimonio — né più né meno.

Tuttavia, anche se i turisti non dovessero affollare la capitale per assistere al matrimonio, l'industria non potrebbe sognare evento migliore. Gli alberghi di Windsor erano già al completo poco dopo l'annuncio della data del matrimonio. Ciò è dovuto soprattutto al gran numero di giornalisti provenienti da tutto il mondo, che si recheranno nella cittadina di 32'000 abitanti per documentare il matrimonio reale.

Secondo l'Ufficio delle statistiche nazionali (ONS) del Regno Unito, nell'aprile 2011, mese del matrimonio di Kate e William, il paese accolse circa 354'000 visitatori in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente — il che corrisponde a un aumento del 15 percento. I visitatori furono certamente meno del previsto, ma l'evento ebbe ripercussioni durante tutto l'anno: il Regno Unito assistette, infatti, ad un aumento dei turisti del 7 percento.

Comunque sia, nel paese si sta attualmente registrando un numero record di turisti — soprattutto a causa della diminuzione del valore della sterlina in seguito a Brexit. Gli esperti della società Brand Finance hanno stimato il valore della famiglia reale per l'economia inglese a 1,8 miliardi di sterline (circa due miliardi di euro) nello scorso anno.

Tornare alla home page