Claire Foy lotta contro l’ansia

CoverMedia

1.10.2018 - 13:11

Source: Covermedia

L’attrice racconta la sua battaglia contro il disturbo mentale, accentuato dal successo e dalla fama.

Claire Foy conduce da anni una dura battaglia contro l’ansia.

Ad aver accentuato il disturbo psichico nell’attrice britannica, che ha di recente conquistato un Emmy per la sua interpretazione della Regina Elisabetta in The Crown, è stato il successo e la fama mondiale, raggiunti anche grazie alla serie Netflix.

«Chi si soffre di ansia, ha paura persino ad attraversare la strada - ha dichiarato la Foy al The Guardian -. Non è legata a nulla che possa sembrare logico. È un sentimento che parte dalla bocca dello stomaco e ti fa sentire impotente, perché sei “questo” o “quello”. La mia mente va a mille al secondo, i pensieri si accavallano».

L’ansia ha prepotentemente bussato alla porta di Claire nel 2014, durante il provino per il ruolo di Anna Bolena nell’adattamento televisivo della novella di Hilary Mantel, Wolf Hall.

«Avevo letto il libro di Hilary Mantel, e pensavo: “Io non sono lei. Sono diversa sotto ogni forma e aspetto”. Anna era intelligente, attraente e riusciva ad essere misteriosa e ad esercitare un certo fascino sulle persone. Lei sapeva di essere una donna speciale… ma io non mi vedevo così».

Secondo Claire, l’ansia affonda le sue radici nella sua infanzia, in seguito alla separazione dei suoi genitori, giunta quando lei aveva appena 8 anni: un dolore che la 34enne ha affrontato con un atteggiamento decisamente positivo. «Rendendo tutti felice. Non essendo mai arrabbiata. Essendo dolce e comportandomi bene», ha spiegato.

Per affrontare l’ansia, l’attrice ha deciso di iniziare un percorso di psicoterapia, che l’ha aiutata a dare il giusto peso al disturbo.

«L’ansia è ancora qui a tenermi compagnia, ma non le do più tanta importanza. Prima pensavo che fosse tutta la mia vita, che potesse condizionarmi in modo totale. Che ci avrei lottato, lottato e ancora lottato contro, per poi sentirmi avvilita. Ora sono riuscita a dissociarmi dall’ansia».

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia