Eliza Dushku: violentata a 12 anni sul set di True Lies

CoverMedia

21.1.2018 - 09:35

Covermedia

L’attrice ha confessato di essere stata molestata da bambina tra una ripresa e l'altra del celebre film.

Eliza Dushku ha rivelato di essere stata abusata sul set di True Lies, il film del 1994 diretto da James Cameron con Arnold Schwarzenegger e Jamie Lee Curtis.

L’attrice è stata violentata a soli 12 anni da Joel Kramer, stuntman e responsabile delle scene d’azione della pellicola.

«Ricordo perfettamente con quanta cura ha chiuso le tende e abbassato le luci. Mi ha fatto sedere su uno dei due letti nella stanza […] Come è sparito in bagno e come è riapparso: nudo, con indosso niente altro che un piccolo asciugamano che lo copriva a malapena in vita […] Ricordo cosa indossavo io (i miei pantaloncini bianchi di jeans preferiti, che grazie al cielo non erano facili da togliere). Ricordo come mi è venuto addosso sul letto, come mi ha stretta contorcendosi con il suo corpo gigantesco e come ha ha iniziato a strusciarsi su di me. Ha detto queste parole: ‘Adesso non devi più fare finta che io non ti piaccia, tesoro. Puoi smetterla’ […] Quando ha ‘finito’, mi ha detto: ‘Credo che dovremmo fare attenzione’. Immagino che intendesse che non era il caso di dirlo a nessuno: io avevo 12 anni e lui 36», ha scritto Eliza in un lungo post su Facebook.

La Dushku ha anche confidato che quando la sua agente ha affrontato a viso aperto Kramer, l’uomo si è vendicato facendo cadere di proposito la ragazzina durante una scena d’azione.

Eliza ha deciso di parlare solo ora, dopo più di venticinque anni, per mettere in guardia altre giovanni ragazze. «Su internet ho trovato una foto di Joel Kramer che abbraccia una ragazzina. Un’immagine che continua a tormentarmi da allora. Non riuscivo più a tenere nascosto quello che mi era successo», ha spiegato la giovane, conosciuta ai più per il ruolo di Faith Lehane nella serie tv Buffy l’Ammazzavampiri.

Joel Kramer ha respinto le accuse di Eliza Dushku ma è stato licenziato dalla World Production Agency.

Tornare alla home page

CoverMedia