Francesco Montanari: a caccia di mafiosi

CoverMedia

18.2.2018 - 13:11

Source: Covermedia

L’attore di «Romanzo criminale» torna sul piccolo schermo con la fiction «Il cacciatore».

Francesco Montanari indossa i panni di un magistrato nell’imminente serie tv al fianco dei colleghi Paolo Briguglia, David Coco e Miriam Dalmazio.

«Il personaggio è ispirato ad Alfonso Sabella, che è stato magistrato del G8 e assessore a Roma con Ignazio Marino», racconta Montanari nell’intervista con Vanity Fair.

«Sabella ha scritto “Il cacciatore di mafiosi”, che è la storia del suo ingresso nell’antimafia, dove poi arrestò Bagarella, i fratelli Brusca e 1.752 latitanti. In realtà, voleva diventare il più giovane avvocato costituzionalista della storia d’Italia, ma erano gli anni di piombo a Palermo, c’era Cosa nostra, Gian Carlo Caselli (all’epoca procuratore a Palermo, ndr) lo chiama e lui risponde: “Io non ho nessuna vocazione, voglio arrivare”. “A me questo serve, che lei arrivi”, dice Caselli. Così è l’uomo: è il narcisismo che ti spinge a risultati eccelsi, anche se sei Madre Teresa di Calcutta».

Oltre alle riprese sul set, il 33enne è impegnato anche con l’opera teatrale di Anton echov «Uno zio Vanja», in cui interpreta il personaggio di Astrov. Lo spettacolo è diretto dalla sua co-star di «Romanzo criminale» Vinicio Marchioni.

Tornare alla home page

CoverMedia