Giovanna Mezzogiorno parla di «Napoli velata»

CoverMedia

3.1.2018 - 13:13

Covermedia

L’attrice scelta da Ferzan Ozpetek come protagonista del suo ultimo film, racconta come il suo ruolo «È il frutto di un amore enorme».

Giovanna Mezzogiorno è la protagonista femminile di «Napoli velata», firmato Ferzan Ozpetek.

Scelta dal regista, come volto ispiratorio per il dramma noir dalle tinte sensuali, l’attrice romana ha raccontato che la sua performance è stata il «frutto di un amore enorme».

«Napoli è unica. Come lo sono Roma, Milano, Torino o Palermo… Però qui c’è una commistione unica di sacro e profano. Con un particolarissimo culto della morte, come in altre città del Sud dove è qualcosa di molto presente nella vita quotidiana. Basti pensare alla scaramanzia. Anche per questo l’atmosfera che si respirava durante le riprese era decisamente evocativa, perfetta per una storia del genere», spiega Giovanna Mezzogiorno a Amica, riferendosi alla storia d’amore e fantasmi raccontata in «Napoli velata».

Oltre all’amore per il proprio lavoro e la devozione nei confronti di Ozpetek, la pellicola ospita una scena hot, in cui Giovanna e Alessandro Borghi hanno girato un’intensa scena di sesso.

«Non è stato facilissimo, né di certo è una ‘passeggiata di salute’, però Alessandro è un professionista molto serio, e un vero signore. Come credo che lui abbia trovato in me un’attrice tutto sommato rilassata. Perché se la partner è bloccata, per un uomo sono problemi: per quanto lui possa esser gentile, carino e professionale è difficile che una scena venga fluida».

Tornare alla home page

CoverMedia