Spettacolo

Javier Bardem: «Lavorare con Woody Allen? Anche domani»

CoverMedia

18.10.2018 - 11:11

Source: Covermedia

L’attore difende il regista, sottoposto a un «linciaggio pubblico» per via delle accuse di molestie avanzate dalla figlia adottiva Dylan.

Javier Bardem non esiterebbe a tornare alle dipendenze di Woody Allen.

Secondo l’attore spagnolo, il regista hollywoodiano è stato sottoposto a un vero e proprio «linciaggio pubblico», in seguito alle accuse di molestie avanzate decenni fa dalla figlia adottiva Dylan Farrow, per cui il filmmaker non è mai stato condannato.

Allen è stato scagionato da ogni accusa, in seguito a un’indagine condotta a New York e nel Connecticut.

Con l’avanzata del movimento #MeToo, però, Dylan è tornata a parlare, ricevendo il sostegno di molte donne e attrici che hanno scelto di boicottare Woody.

A proposito del regista, che lo ha diretto nel 2008 in «Vicky Cristina Barcelona», Javier ha dichiarato in occasione del Lumiere Festival, a Lione: «Quando abbiamo fatto Vicky Cristina Barcelona, le accuse c’erano già. Se la situazione legale dovesse cambiare, allora anche io cambierei idea. Ma per adesso non sono d’accordo con il linciaggio pubblico che sta ricevendo. E se Woody Allen dovesse chiamarmi per lavorare di nuovo con lui, io sarei da lui anche domani mattina. È un genio».

Non è la prima volta che Bardem esprime un’opinione a favore di Allen.

Ad aprile, il marito di Penelope Cruz ha dichiarato a Paris Match: «Se ci fossero delle prove della sua colpevolezza, allora sarebbe giusto non tornare a lavorare per lui. Ma ho forti dubbi che ciò accada. Sono scioccato per il trattamento che gli stanno riservando».

A differenza di Javier, attori come Mira Sorvino, Timothée Chalamet e Rebecca Hall (co-star di Bardem in Vicky Cristina Barcelona) hanno dichiarato che non torneranno mai più a lavorare alle dipendenze di Woody.

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia