Jessica Chastain: un marito italiano e «femminista»

CoverMedia

26.2.2018 - 09:33

Source: Covermedia

Il conte Gian Luca Passi de Preposulo sostiene l’attrice nella sua lotta per la parità tra uomini e donne sugli ambienti di lavoro.

Jessica Chastain elogia il marito Gian Luca Passi de Preposulo.

Contrariamente al luogo comune del «macho italiano», l’attrice americana racconta come il conte trevigiano - che ha sposato con delle nozze da favola la scorsa estate a Villa Tiepolo -, sia un grande sostenitore della lotta per la parità tra i sessi.

«Ho messo su Instagram quella che è la mia fotografia preferita di Gian Luca, alla marcia delle donne, a Washington, con in mano in cartello con su scritto: “Gli uomini di qualità non hanno paura dell’uguaglianza” e un sorriso enorme sulle labbra - ha dichiarato a Io Donna -. È un gioiello d’uomo. Mi accompagna spesso a eventi di lavoro, ma la pubblicità non lo interessa. Si trova in imbarazzo se siamo fuori a fare due passi e ci fotografano. Io sono abituata, lui no. Non fa parte della sua esperienza. Spero di riuscire a proteggere la privacy della mia famiglia. Vorrei che non pensasse mai che la sua vita privata è in vendita».

L’argomento del gender-gap è sullo sfondo di «Molly’s Game», nuovo film diretto da Aaron Sorkin, con protagonista Jessica.

«Uomini e donne ancora oggi vengono giudicati in modo molto diverso. Noi siamo valutate a seconda della nostra desiderabilità sessuale. Chi è bella viene notata e ascoltata più di quella che lo è meno. La nostra società è ancora a questo livello. Succede nel cinema, così come nell’imprenditoria, nella politica e in tanti altri ambienti. È lecito parlare della voce di una donna primo ministro o del fatto che mette i pantaloni o la collana: a un uomo non succede», spiega.

«Aaron Sorkin è molto abile nel trattare le dinamiche tra i sessi. È un cineasta politicamente molto attento ed è anche per lavorare con lui che ho scelto questo film».

Tornare alla home page

CoverMedia