Spettacolo

Mel B: «Ho tentato il suicidio con 200 aspirine»

CoverMedia

19.11.2018 - 09:33

Source: Covermedia

La star delle Spice Girls ha provato a togliersi la vita ingerendo un’immensa quantità di pillole.

Rivelazioni shock da parte di Mel B.

La star delle Spice Girls ha raccontato nella sua autobiografia, Brutally Honest, di aver tentato il suicidio, ingerendo 200 aspirine alla vigilia della finale dell’edizione britannica di X Factor 2014, di cui era giudice.

La cantante voleva farla finita in seguito all’ennesima aggressione subita dall’ex marito violento Stephen Belafonte, da cui ha divorziato dopo una lunga battaglia giudiziaria.

«Eccomi qui, 39 anni, riflessa in uno specchio del bagno in camera della casa che ho preso in affitto a Kensington, Londra - ha scritto la popstar -. Tengo in mano una bottiglia di aspirine, che ho preso da una scorta accumulata nel corso degli anni e sto per mettermele tutte in bocca, una dopo l’altra».

«Dietro ai lustrini della fama, mi sentivo emozionalmente a pezzi, lontana dalla mia famiglia. Mi sentivo brutta e detestata dall’unico vero uomo che aveva promesso di amarmi e proteggermi: mio marito e il mio agente, Stephen».

Mel ha aggiunto di aver scritto una lettera «sconnessa» da lasciare alla figlia maggiore Phoenix, 19 anni.

«Centoventi. “Sei sicura?”. 150. “Sei sicura?”. Duecento. “Ora cosa ti succederà, Melanie? STOP!”. Nel momento in cui ho ingerito l’ultima pillola, ho capito che non sarei andata da nessuna parte. “Melanie! Che c*** stai facendo? Torna in te!”», ha scritto la 43enne.

Poco dopo, Mel venne accompagnata in ospedale e, nonostante il suo corpo fosse ricoperto da liviidi e reni e fegato fossero malconci per la tentata overdose, decise ugualmente di accomodarsi dietro al bancone dei giudici per la finale del talent show.

«Il messaggio che volevo mandare al mondo e a mio marito era MOLTO CHIARO. Volevo che le persone fossero i miei testimoni».

Mel e Stephen hanno raggiunto il divorzio nel marzo 2017, dopo 10 anni di matrimonio.

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia