Rocco Siffredi sui politici: «Hanno votato la loro anima al diavolo»

CoverMedia

16.7.2018 - 13:12

Source: Covermedia

Al margine del Gay Pride di Torino, l’attore porno ha parlato dei suoi valori famigliari e di ciò che pensa del nuovo governo: «Fontana? Per un figlio gay cambierebbe le regole».

«I politici sono delle persone che hanno votato la loro anima al diavolo. Non per scherzo. Perché per avere il potere devono cercare il compromesso. E il compromesso già fa schifo».

Rocco Siffredi non ha dubbi, il mondo della politica è costellato da personaggi faustiani senza scrupoli. Lo ha dichiarato nel corso di un'intervista a Rolling Stone a margine del Gay Pride di Torino, quando il porno divo ha colto l’occasione per condividere i suoi valori familiari e dire la sua sul nuovo governo.

Rocco, in particolar modo, si è soffermato sulle parole del Ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana, che a poche ore dall'insediamento del nuovo esecutivo ha negato l'«esistenza» delle famiglie arcobaleno.

«Se Fontana avesse un figlio gay e gli portasse a casa un uomo dicendo che lo ama e lo vuole sposare, Fontana cambierebbe tutte le regole, perché si tratta di suo figlio, se ama il figlio. Se invece è un cogli*ne, vuol dire che morirà da cogli*ne», ha detto Siffredi.

Secondo Rocco, il concetto della famiglia è basato sul rispetto e non vede nessun’altra distinzione.

«La famiglia te la fai tu. Possono essere degli amici, due uomini, due donne, tre donne, cinque uomini - ha ribadito -. Che cambia? L’importante sono i valori e la felicità». 

Tornare alla home page

CoverMedia