Bloccate le riprese di «Mission: Impossible 7» a Venezia

ANSA /Covermedia

25.2.2020 - 06:40

Il Coronavirus ferma anche il cinema. A causa della sua diffusione nell’Italia settentrionale, infatti, l’inizio delle riprese del settimo capitolo di «Mission: Impossibile» a Venezia è stato rimandato a data da destinarsi.

La produzione dell'ultimo film della serie «Mission: Impossible» con Tom Cruise è stata interrotta in seguito allo scoppio dei casi di coronavirus in Italia, che ha portato il governo ha sospendere ogni attività di aggregazione.

Secondo lo specialista dell'intrattenimento The Wrap, la settima puntata della serie della Paramount Pictures aveva infatti in programma tre settimane di riprese a Venezia.

Alla ricerca di una location alternativa

«Per la sicurezza e il benessere del nostro cast e della nostra troupe e per la volontà del governo locale veneziano di fermare le riunioni pubbliche in risposta alla minaccia del coronavirus, stiamo modificando il piano di produzione per le nostre tre settimane da girare a Venezia», ha detto un portavoce della Paramount in un comunicato a The Wrap.

La fonte ha aggiunto che Cruise non ha viaggiato in Italia e che i membri della troupe sono stati autorizzati a tornare a casa fino al riavvio della produzione.

Come riporta Deadline, la Paramount starebbe ora cercando una location alternativa al capoluogo veneto.

«Mission: Impossible 7» è atteso nelle sale cinematografiche per il 23 luglio 2021.

Milano col fiato sospeso...

Anche la cantante britannica Mabel ha cancellato il concerto che era in programma a Milano.

La Fashion Week si è conclusa con alcuni show senza pubblico, mentre sono già in atto alcuni provvedimenti che porteranno alla chiusura degli stadi delle aree interessate.

Curiosità da star

Tornare alla home page