Atletica, Europei A Roma è Tamberi-show: mezza barba, simulazione, molle nelle scarpe e il bacio a Mattarella

bfi

12.6.2024

Gianmarco Tamberi
Gianmarco Tamberi
KEYSTONE

Gianmarco Tamberi, agli Europei di atletica di Roma, ha interpretato alla perfezione il suo ruolo di talismano dell'atletica italiana. Ha conservato il titolo davanti a una folla estasiata prima di centrare il record dei campionati nel salto in alto con la misura di 2,37 m, poi ha messo in scena una vera commedia.

bfi

12.6.2024

Hai fretta? blue News riassume per te

  • Agli Europei di atletica a Roma Gianmarco Tamberi ha conquistato la medaglia d'oro nel salto in alto.
  • L'italiano ha conservato il titolo vinto a Monaco nel 2022.
  • Il 32enne ha addirittura ritoccato il record della manifestazione, salendo fino a 2 metri e 37 centimetri.
  • Al termine della sua gara, con la folla già in visibilio, ha messo in scena uno show culminato con il bacio al Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella.

Lo show di Gianmarco Tamberi all'Olimpico di Roma è stato perfetto.

L'ingresso dell'atleta di casa  - solo per il riscaldamento - è stato trionfale. Sulle note di «Volare» ha allargato le braccia come ali, mandando in visibilio la folla.

Mentre i suoi compagni di salto si muovevano o tracciavano il percorso della pista, lui si è sdraiato su un asciugamano e ha eseguito una serie di allungamenti sempre più impegnativi, tutto questo in modalità mezza barba, come è sua abitudine durante le gare - cioè con la sola parte destra del viso rasata.

Record e show

Dopo aver superato con agio la misura di 2 metri e 32 centimetri, l'oro era già al suo collo, ma il marchigiano ha sentito che poteva fare di più.

L'asticella è stata alzata fino a 2,37 metri. Rincorsa, stacco, torsione e atterraggio. Perfetti. Record dei campionati europei. Inizio di un altro show.

Il 32enne ha simulato un infortunio, accasciandosi a terra per poi estrarre delle molle dalle sue scarpe - come per svelare il segreto dell'ennesimo trionfo.

Tutto, come ha ammesso lui  stesso, «per creare suspence». Poi la corsa verso la tribuna e il bacio alla moglie, e poi, un altro, al Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella, presente sugli spalti.

«Sapevo di essere in forma smagliante e l'ho dimostrato», ha detto. «Non volevo essere superato dai miei compagni di squadra che stanno facendo grandi cose, e ce l'ho fatta. C'erano molti dubbi su di me dopo il ritiro di Ostrava, ma sapevo di essermi allenato bene e di essere in una forma straordinaria».

«Ieri ho anche scritto a Jannik Sinner per cercare di portarlo allo stadio. Volevo rendere questa notte ancora più magica. Volevo che capisse le emozioni che l'atletica può dare. Volevo fare grandi cose davanti al Presidente della Repubblica Italiana, Mattarella, che ci ha onorato della sua presenza».

Il saltatore italiano ora è atteso a Parigi, quando proverà a conquistare il secondo oro olimpico, dopo quello di Tokyo.

Lo show è assicurato.