Il dopo Svizzera-Scozia Shaqiri: «Le partite importanti sono fatte per me»

blue Sport

20.6.2024

Shaqiri ancora una volta decisivo.
Shaqiri ancora una volta decisivo.
blue Sport

La Svizzera ha pareggiato 1-1 contro la Scozia e ora ha un piede negli ottavi di finale. Ecco le dichiarazioni di alcuni protagonisti al termine della partita.

blue Sport

20.6.2024

Hai fretta? blue News riassume per te

  • La Svizzera ha pareggiato 1-1 con la Scozia e ha quindi ottime possibilità di raggiungere gli ottavi di finale.
  • I giocatori della Nati sono più o meno soddisfatti dopo il pareggio.

Fabian Schär è ragionevolmente soddisfatto al termine del match contro la Scozia. Ai microfoni della «SRF» il difensore del Newcastle ha dichiarato: «Si è visto di cosa sono capaci. Ci hanno reso la vita difficile lottando, anche grazie al sostegno dei tifosi. Alla fine è un buon punto per noi. Abbiamo avuto più occasioni per vincere nell'arco dei 90 minuti. Peccato aver subito un gol in modo sfortunato».

È stato proprio Schär a deviare la palla nella propria porta al 13esimo minuto. C'è stato un problema di comunicazione con l'estremo difensore? «È una frazione di secondo in cui devi reagire. La mia intenzione era quella di evitare il gol. Non sapevo esattamente dove si trovava Yann. È un peccato. Col senno di poi si vede che lui era pronto a intercettare la palla. Ma è successo tutto così in fretta... È sfortuna, ma sono cose che possono succedere».

E cosa ha detto del colpo di genio di Shaqiri? «Un gol incredibile, bisogna dirlo. L'istinto che ha in quelle situazioni... Un gol brutale e anche estremamente importante per noi in una fase difficile della partita. Le sue qualità sono indiscutibili».

Golasso di Shaqiri

Golasso di Shaqiri

19.06.2024

Shaqiri: «Le partite importanti sono fatte per me»

Anche l'autore dell'unico gol elvetico della serata è apparso di buon umore ai microfoni dei media: «Ovviamente è stato un errore dell'avversario e io volevo approfittarne. Ho visto che il portiere era molto lontano. Così ho pensato: "Dai, tiro sul primo palo"».

«È stato un tiro perfetto e sono contento di non essermi fatto troppo male al ginocchio quando sono caduto nei festeggiamenti. È un gol importante e molto bello. Naturalmente volevamo vincere oggi, ma non ci siamo riusciti. Ma ora abbiamo comunque quattro punti. Davanti a noi c'è un'altra partita, che possiamo affrontare con fiducia. Sarà un match completamente diverso, questo è certo», ha continuato Shaqiri.

«Sicuramente sono stato all'altezza della situazione - ha poi proseguito il basilese - è bello tornare a vivere queste sensazioni. In ogni caso io sono una persona a cui piace sempre tenere i piedi per terra. Oggi è stata semplicemente una giornata in cui ho potuto aiutare la squadra con un gol molto bello».

Si tratta del suo decimo gol alla 22esima partita in una fase finale di un torneo UEFA e FIFA, Shaqiri l'ha commentato così: «Penso che le partite importanti siano fatte per me. Anche se naturalmente si vuole sempre giocare bene e avere successo a ogni uscita. Spero di essere ricordato per parecchio tempo».

Sommer elogia gli scozzesi

Queste invece le parole di Yann Sommer: «Oggi è stata una partita molto dura. Ci sono stati tanti cross, molte deviazioni. È stato molto importante difendere in modo compatto. Siamo riusciti a non concedere molto».

«Loro ci hanno pressato bene e hanno corso molto. Sono stati bravi, abbiamo trovato meno spazi rispetto alla partita con l'Ungheria. È un punto meritato per entrambe le squadre. Siamo stati molto fortunati in due o tre occasioni. Bisogna ammetterlo. Ma credo che nel complesso abbiamo fatto bene», ha concluso il portiere dell'Inter.