Troppi debiti per Yonghong Li!

All'ex presidente del Milan è stato ritirato il passaporto cinese 

bfi

17.10.2018

Yonghong Li è nei guai.
Keystone

L'ex proprietario e presidente del Milan è stato inserito nella lista delle persone alle quali è vietato uscire dalla Cina.

Dopo che le sue tracce si erano perse da mesi, il nome di Yonghong Li è tornato in superficie. Secondo i media cinesi all''ex presidente del Milan è stato ritirato il passaporto cinese, impedendogli così di lasciare il Paese. Il motivo? I troppi debiti accumulati negli ultimi anni. 

Dopo i misteriosi aspetti legati all'acquisizione del club rossonero, ora anche il governo di Pechino ha deciso di sbirciare dentro i conti del 49enne uomo d'affari. 

Yonghong Li acquistò il club lombardo nell'aprile del 2017, dopo un lungo processo di valutazione da parte di entrambe le parti. Il nuovo corso iniziò in maniera promettente con l'iniezione di grosse somme di denaro, ma un anno dopo, l'instabilità finanziaria di Li portò il Milan ad un ulteriore cambio di proprietà.

Nel corso dell'estate la maggioranza delle azioni dell'Associazione Calcio Milan è passata nelle mani del fondo americano Elliott che ha subito messo Leonardo e Paolo Maldini al timone del club in qualità di direttori sportivi. 

Tornare alla home page