È il figlio di Jürgen Klinsmann, il grande ex bomber della Germania

bfi

19.6.2019

Il 22enne Jonathan Klinsmann.
Keystone

Jonathan Klinsmann sarà il nuovo portiere del San Gallo. Il peso di un cognome, quello del 22enne, non facile da gestire.

Come per tutti i figli d'arte nel mondo del calcio seguire la via del padre può essere un compito molto arduo, ingrato e pieno di insidie. Non fa eccezione Jonathan Klinsmann, che a 22 anni ha appena firmato un contratto di due anni con il San Gallo.

Nato a Monaco ma cresciuto negli States, ha sempre dovuto fare i conti con la notorietà del padre: «Solo all'università di Berkeley ho imparato a reggere meglio la pressione dovuta al mio cognome. Al nostro allenatore non importava se fossi il figlio di Klinsmann, Barack Obama o Winston Churchill. Gli interessava solo io e quello che potevo dare in campo».

Dopo aver assolto 32 partite con la nazionale giovanile degli USA, il giovane Klinsmann ha provato la via dell'Europa. Nel 2017 è stato acquistato dall'Herta di Berlino, anche se ha avuto molto poco spazio trovandosi a difendere la porta del farm team nella lega regionale. 

Alain Sutter, direttore sportivo dei sangallesi è convinto della bontà dell'operazione di mercato: «Con Jonathan abbiamo un portiere giovane, talentoso e orgoglioso».

Anche per il 'piccolo' Klinsmann è giunta l'occasione di dimostrare il suo valore: «Aiuterò il San Gallo a raggiungere l'Europa League. Voglio guadagnarmi i galloni da portiere titolare». 

Papà Jürgen lo segue con attenzione, anche se da una certa distanza. L'ex attaccante della nazionale tedesca, di Inter, Tottenham e Bayern sta infatti girando la Cina in veste di ambasciatore del calcio tedesco. 

Tornare alla home pageTorna agli sport