«Tutto gli risultava naturale. Gordie Howe era un grande»

bfi

6.4.2020 - 17:18

Gordie Howe
Getty

Era il 6 aprile del 1981 quando il canadese Gordie Howe giocò la sua ultima partita in NHL. Il re dell'hockey nordamericano aveva 52 anni suonati.

È uso nello sport, come lo era nelle piccole comunità di un tempo, dare dei soprannomi, che con il tempo diventano veri e proprio nomi d'arte.

La NHL (National Hockey League) ha una nutrita schiera di grandi ex campioni che ancora oggi sono ricordati con il loro soprannome: 'The Great One', Wayne Gretzky; 'The Russian Racket', Pavel Bure, 'The Magnificent One, Mario Lemieux, 'Magic Man', Pavel Datsyuk e poi c'è 'Mister Hockey', un soprannome che già la dice lunga sullo spessore e la storia del giocatore in questione.

Mister Hockey

Mister Hockey rispondeva al nome di Gordie Howe, un cittadino canadese nato a Floral, una piccolissima comunità della provincia di Saskatchewan. 

Oltre che all'appellativo di Mister Hockey, Howe venne pure chiamato Power, Mister Everything, Mister All-Star, The Most, The Great Gordie, The King of Hockey, The Legend, The Man, No. 9 e Mister Elbows (gomiti)".

Nato il 31 marzo del 1928, Gordie Howe è, insieme a Wayne Gretzky, il giocatore che ha fatto registrare più record nella storia della NHL, molti dei quali resistono tutt'oggi. 

Alcuni di questi record personali ci aiuteranno a ripercorrere la carriera di questo eccellente uomo di sport. 

26 stagioni di NHL

Getty

Gordie Howe iniziò la sua inarrivabile carriera con i Red Wings di Detroit nel 1946, quando già aveva appena compiuto i 18 anni. Howe vestì la maglia dei Red Wings per l'ultima volta il 25 aprile del 1971, all'età di 43 anni. Nella sua ultima stagione giocò la bellezza di 63 partite totalizzando 52 punti. Smettere di giocare a hockey non era però una via da seguire per il canadese, che si fece arruolare dagli Houston Aeros nella neonata World Hockey Association dove giocò altre 6 stagioni.

Nel 1979 gli Hartford Whalers si unirono per la prima volta al campionato di NHL chiedendo a Gordie Howe di firmare un contratto per una stagione. Fu l'ultima stagione di NHL per l'eterno canadese, che nonostante l'età e la minor vigoria fisica di compagni e avversari disputò 80 gare, facendo registrare 41 punti, 15 dei quali furono delle reti. Chi l'ha visto giocare non ha dimenticato quello statuario giocatore con la chioma bianca che pattinava ancora con grande leggerezza, eludendo le cariche degli avversari (quando gli riusciva) e sfruttando la sua inaudita esperienza. 

In linea con i figli Mark e Marty

Gordie Howe (centro), Marc (5) e Marty, in campo per i colori dei Watford Whalers, NHL, 1981
Getty

Un amore smisurato e senza fine, quello che Gordie Howe aveva per l'hockey su ghiaccio, tanto da inculcare la stessa passione anche nei suoi due figli, Marc e Marty.

Mai nessun altra coppia formata da papà e figlio (Marc) ha confezionato (sommati) tanti punti nella storia della NHL: 2'592. 

Longeva e di grande successo anche la carriera di Marc Howe, che ha giocato 16 stagioni in NHL, perlopiù con la maglia dei Philadelphia Flyers, dopo aver iniziato con gli Hartford Whalers e terminato con i Red Wings di Detroit.

Gordie Howe hat trick

Gordie Howe (numero 9)  interviene da dietro  (1956)
Getty

Il canadese di Florial, con i suoi 93 chilogrammi e 184 centimetri di altezza, non è certo stato un giocatore che ha risparmiato il gioco duro. Howe, in special modo nei suoi anni più giovani, era conosciuto oltre che per i tanti punti messi a segno anche la virilità del suo gioco. 

Per questo motivo la National Hockey League coniò il termine 'Gordie Howe hat trick' una variazione del classico hat trick (tre reti in un incontro) che prevede la realizzazione di una rete, di un assist e il mettersi a fare a pugni. 

Conosciuto come il giocatore più completo nella storia di questo sport, Howe infatti sapeva segnare (801 reti), fornire assist (1049) come giganteggiava nella specialità dei rigori, dei check e anche delle scazzottate, se l'occasione lo richiedeva.

Ultimo match in NHL a 52 anni e 11 giorni

Il secondo giocatore più longevo ad aver calcato il palcoscenico della NHL è Chris Chelios, che ha smesso la sua magnifica carriera a 48 anni. 

Il record, imbattibile molto probabilmente, spetta a Mister Hockey. Howe giocò la sua ultima partita all'età di 52 anni e 11 giorni, quando tutti i suoi ex colleghi aiutavano i nipotini ad allacciare i primi pattini, molti di loro acciaccati da anni di sport giocato a livello professionistico.

Un fisico indistruttibile, nonostante l'età: Gordie Howe a 52 anni
Getty

Era il 6 aprile del 1981, esattamente 39 anni fa, quando Howe giocò la sua ultimissima partita di NHL.

Nonostante la straordinaria vigoria fisica, la grande passione e la motivazione che lo accompagnarono per gran parte della sua vita, Howe fu colpito da demenza senile e stroncato da un infarto il 10 giugno del 2016, all'età di 87 anni.

Tornare alla home pageTorna agli sport