National League: i tre trasferimenti più azzeccati dell'anno

3.12.2019 - 11:13, bfi, fon

È stato Gregory Hofmann il miglior colpo?
Keystone

Il miglior trasferimento di mercato? Opinioni divergenti, soggettive e certo tutte opinabili. Noi abbiamo scritto la nostra top 3 dei trasferimenti dell'anno. Voi che ne dite?

Le classifiche - se non basate su soli numeri - hanno sempre un gusto provocatorio, un aspetto di sfida intrinseco.  Noi abbiamo provato a spiegare la nostra riguardante i tre migliori trasferimenti dell'anno in National League, ben consapevoli che altri avrebbero potuto entrare in graduatoria. Chris Wohlwend sta facendo benissimo a Davos, dopo una scorsa stagione in cui i grigionesi avevano veramente sofferto per la partenza di Del Curto e non solo. Rikard Grönborg, sta finora riuscendo in ciò che altri suoi illustri predecessori non sono riusciti a fare: trasformare una squadra di grandi solisti in un'orchestra di primissima categoria. Il 20enne romando Simon Le Coultre, pescato dal Ginevra nelle leghe giovanili del Nordamerica è una scommessa vinta; un giovane difensore che non è sfuggito all'attento occhio di Patrick Fischer. 

1. Garrett Roe (da EV Zug  a ZSC Lions)

Garret Roe
Keystone

I tifosi dello Zugo si stanno mangiando le dita sapendo che colui che ha messo a segno 31 punti in 25 partite di campionato era un loro giocatori, pochi mesi fa. 

Aldilà del fatto di essere il topscorer della lega, l'americano 31enne è un esempio di pura energia e di leadership sul ghiaccio. Affiancato da Suter, Pettersson e Bodenmann è l'uomo in più dei Lions, colui che è riuscito a trasformare un gruppo di stelle affievolite in una scintillante cometa magistralmente diretta alle assi dallo svedese Grönborg. 

2. Gregory Hofmann (da HC Lugano a EV Zug)

Gregory Hofmann
Keystone

I tifosi luganesi lo sapevano già prima di vederlo con la maglia dello Zugo: Gregory Hofmann, come Roe, è un atomo impazzito che vede la i buchi nelle porte avversari come pochi. Lasciato meno a sé stesso rispetto a Lugano, Hofmann è cresciuto ancora: 28 punti in stagione, frutto di ben 16 reti segnate. 

Un cecchino formidabile con la determinazione di guerriero unno e la velocità di una scheggia impazzita. Hofmann aveva già destato l'interesse dei nordamericani che però non gli avevano concordato al fiducia necessaria... ma potrebbe essere solo questione di tempo, Zugo permettendo. 

3. Dominik Egli (da EHC Biel-Bienne a SC Rapperswil-Jona Lakers)

Dominik Egli
Keystone

Il 21enne difensore arrivato dal Bienne via Kloten è da anni un rappresentante delle varie selezioni nazionali. Un talento conosciuto, anche dalle parti di Bienne, che però aveva avuto forse troppo poco spazio e magari troppa pressione prima di essere girato in prestito al Kloten in lega nazionale B. Il Rapperswil ha deciso di puntare su di lui e finora ha vinto la sua scommessa, eccome. Il giovane difensore ha guadagnato la fiducia di Tomlinson, in compagnia del canadese Clark, è il topscorer della formazione sangallese (23 punti in 25 partite giocate). 

Un difensore davvero prolifico che non dubitiamo sta attirando l'interesse di molti club nazionali e meno: il suo contratto con il Rappi scadrà a fine stagione 2020-2021.

Ora tocca a voi

Vi lasciamo qui una lista di alcuni giocatori approdati all'inizio di questa stagione nelle loro relative squadre. Forse uno di loro merita la menzione di «Miglior trasferimento dell'anno». Da esperti di hockey ora tocca a voi dire la vostra. 

Tornare alla home pageTorna agli sport

Altri articoli