Olimpia-ticker

Curling: due vittorie su due per le elvetiche - Murisier manca il podio per 18 centesimi

la redazione

10.2.2022

Justin Murisier, of Switzerland after finishing the downhill part of the men's combined at the 2022 Winter Olympics, Thursday, Feb. 10, 2022, in the Yanqing district of Beijing. (AP Photo/Luca Bruno)
Justin Murisier ha mancato il podio per pochissimo.
KEYSTONE

Il vallesano Murisier termina al quarto posto nella combinata. Nell'Halfpipe Berenice Wicki conquista un onorevole settimo posto finale. Patrick Fischer ancora alle prese con delle assenze. 

la redazione

10.2.2022

  • Liveticker
    Nuovi contributi
  • Liveticker finito
  • Curling: due vittorie su due per le svizzere

    A Beijing 2022 il team Argovia di Silvana Tirinzoni ha concluso la prima giornata del torneo femminile di curling con una doppia vittoria.

    Nella mattinata cinese le duplici campionesse del mondo in carica hanno battuto per 6-5 all’extra end la Gran Bretagna. In serata hanno regolato la Cina per 7-5.

    Rispetto a PyeongChang 2018, quando la rappresentativa elvetica non superò il round robin, nella compagine della 42enne vi sono stati gli innesti di Melanie Barbezat e, soprattutto, di Alina Päetz, con le quali sono arrivati i grandi successi internazionali.

  • Aerials: Svizzera quarta

    La Svizzera, con il terzetto formato da Alexandra Baer, Pirmin Werner e Noe Roth, ha chiuso al quarto posto la prova a squadre miste degli aerials.

    A vincere sono stati gli Stati Uniti, impostisi davanti alla Cina e al Canada. Qualificatisi per la finalissima grazie a un grande salto di Werner (il migliore in assoluto nella prima parte di gara), i tre elvetici nell'atto conclusivo hanno commesso troppe imprecisioni per sperare di insidiare i rivali.

    Da notare che i rossocrociati non hanno potuto contare su Carol Bouvard, già oro e argento mondiale a livello individuale, assente per infortunio.

  • Nazionale hockey maschile: Malgin e Simion ancora fuori

    La Svizzera è tornata ad allenarsi dopo l’ In pista sono scesi gli stessi uomini visti all’opera mercoledì, ad eccezione di Reto Berra, tenuto a riposo dopo la grande prestazione a difesa della gabbia rossocrociata. Nessuna novità quindi per quel che riguarda Dario Simion e Denis Malgin, che non hanno potuto ancora raggiungere il gruppo e che, verosimilmente, non riusciranno ad essere della partita venerdì contro la Cechia.

  • Fondo femminile, 10 km classico: oro alla norvegese Therese Johaug

    La norvegese si è imposta nella 10km a stile classico femminile, spuntandola per soli 4 decimi sulla finlandese Kerttu Niskanen. Sul gradino più basso del podio è salita un'altra atleta finnica, ovvero Krista Parmakoski, che si è aggiudicata la sfida per il bronzo sulla russa Natalia Neprayaeva per un decimo. Tra le rossocrociate la migliore è stata la specialista dello sprint Nadine Faehndrich. Dopo il quinto posto colto nella sua disciplina, questa volta la lucernese si è classificata 22a. Lontane Nadja Kaelin e Anja Weber.

  • Sci combinata: Strolz vince l'oro, Kilde, incredibile argento, lo svizzero Murisier termina al quarto posto

    Al vallesano sono mancati 18centesimi per salire sul podio della combinata. Primo posto per l'austriaco Strolz è il primo sciatore a vincere un oro olimpico dopo il padre (Hubert) , che vinse l'oro anche in combinata alle Olimpiadi di Calgary nel 1988. Incredibile secondo posto per il norvegese Aamodt Kilde, bronzo per il canadese Crawford. 

  • Curling femminile: esordio vincente per le svizzere

    Guidate dalla skip Silvana Tirinzoni le svizzere, campionesse del mondo in carica, iniziano il torneo olimpico con una preziosa vittoria, dopo aver battuto la Gran Bretagna 6:5. Giovedì pomeriggio dalle 13:00 ora svizzera, le ragazze di Tirinzoni giocheranno contro la Cina nella seconda delle nove partite del round robin. 

  • Snowboard Cross: eliminato anche Kalle Koblet, ultimo rossocrociato in gara

    Come in campo femminile, la squadra svizzera non avrà nessun atleta negli ottavi di finale del concorso di Snowboard Cross.

  • Pattinaggio artistico maschile: vince Chen, Britschgi solo 23esimo

    Dopo aver dominato, con record del mondo, il programma corto, lo statunitense si è assicurato il titolo sbaragliando la concorrenza anche nel libero. Il 22enne ha realizzato 218,63 punti, portando il totale a 332,60 e precedendo sul podio i giapponesi Yuma Kagiyama (310,05) e Shoma Uno (293,00), allenato dal nostro Stéphane Lambiel. Il doppio campione in carica ha chiuso al quarto posto con 283,21 punti. Per quel che riguarda i colori rossocrociati Lukas Britschgi si è dovuto accontentare della 23a posizione (212,58).

  • Sci combinata, discesa: solo Justin Murisier tra gli svizzeri in odore di medaglia

    Il vallesano si trova al 6o posto a 1"02 da Aleksander Kilde, il più veloce. Loïc Meillard, quando era in piena corsa per un buon piazzamento, ha compiuto un grave errore che lo ha allontanato dagli avamposti (+2"79). In difficoltà da cima in fondo, Luca Aerni ha chiuso ancora più attardato (+3"91). E' invece caduto Yannick Chabloz, infortunatosi al braccio sinistro. Deludente pure il favorito Alexis Pinturault, che si ritrova a 1"92.

  • Snowboard Halfpipe: diploma olimpico per Berenice Wicki

    Alla 19enne era però difficile chiedere di più: il 7o rango conclusivo, frutto di una prima run da 76,25 punti, vale comunque un diploma insperato alla partenza per la Cina. I discorsi per l'oro, invece, sono presto stati chiusi dalla campionessa in carica Chloe Kim, ancora una volta semplicemente inarrivabile. La spagnola Queralt Castellet e la giapponese Sena Tomita ci hanno provato, ma di fronte al 94,00 della statunitense c'è stato poco da fare, se non accontentarsi di argento e bronzo.

  • Pattinaggio a squadre: la russa Valeeva positiva al doping

    Secondo i media il rinvio della cerimonia di premiazione nella competizione di pattinaggio a squadre è probabile che sia dovuto a un caso di doping nella squadra russa, classificatasi davanti a tutti. Secondo i consistenti rapporti dei media russi, Kamila Valeva, che ha solo 15 anni, è risultata positiva alla sostanza vietata trimetazidina. 

  • Nazionale hockey femminile: Lisa Ruedi in isolamento

    Una giocatrice della Nazionale femminile, Lisa Rueedi, è risultata positiva al COVID-19 in uno dei test effettuati quotidianamente a Pechino.