Nadal un'eccezione?

Federer: «È difficile farsi degli amici nel circuito»

fon

1.10.2018

Roger Federer ha ribadito l'importanza della famiglia e dello staff nella vita di un tennista professionista.
Roger Federer ha ribadito l'importanza della famiglia e dello staff nella vita di un tennista professionista.
Getty Images

Il tennista renano, nonostante la sua popolarità non solo fra il pubblico ma anche fra i colleghi-avversari, ha ammesso di avere difficoltà a coltivare amicizie all'interno del mondo del tennis.

C'è molta competizione ed è uno sport rigorosamente individuale, ma non solo, ecco perché nel tennis di alto livello è complicato costruire relazioni di amicizia.

«Farsi degli amici è molto complicato. Spesso noi giocatori soggiorniamo in hotel diversi o siamo occupatissimi», ha infatti ammesso King Roger, che nonostante tutto può contare su amico proprio fra i migliori della classe.

Un amico, anzi, un amico-rivale col quale, e contro il quale, negli ultimi 15 anni ha scritto la storia di questo sport: Rafael Nadal. Lo stesso maiorchino aveva raccontato nella sua biografia quanto fosse speciale il rapporto fra i due campioni.

«Io e Roger abbiamo un rapporto particolare - aveva raccontato Rafa - solitamente prima di una partita non ci si incontra mai col proprio avversario, invece con lui è diverso. Prima di entrare in campo ci incontriamo negli spogliatoi, anche se stiamo per giocare una partita importante».

Tornare alla home page