Wow!

Un tedesco cavalca l'onda più alta di sempre. Incredibile!

bfi

27.5.2022

Sulle coste del Portogallo Sebastian Steudtner è scivolato sulla sua tavola a cavallo di un'onda mostruosa, stabilendo il nuovo record del mondo in questa specialità. Impressionanti le immagini.

bfi

27.5.2022

Il surfista professionista tedesco Sebastian Steudtner era sulla sua tavola e galleggiava nelle acque al largo di Nazaré, in Portogallo, quando ha visto avvicinarsi un mostro solitario, che cresceva costantemente man mano che si avvicinava.

Il 37enne ha così fatto un cenno al suo compagno sulla moto d'acqua e ha stretto la corda di traino.

«Ho capito», ha detto Steudtner, 37 anni, riferendosi all'opportunità di cavalcare un'onda gigante. Quando si è trovato a circa 50 metri dal picco il tedesco ha rilasciato la corda che lo teneva attaccato alla moto.

Lì ha sentito la sua tavola tintinnare e il vento rombare nelle orecchie. «Non dimenticherò mai quello che ho visto quando ho iniziato a scendere dietro il picco e ho visto l'intera onda», ha detto.

«Ho iniziato ad accelerare come un matto. Avevo le lacrime agli occhi per la velocità e ho cercato di dare tutto di me stesso, senza fare nulla di strano, solo tenendo duro».

In quel momento, cavalcando un'onda di tale grandezza «non senti le dimensioni», ha aggiunto il tedesco. «Si sente la potenza. Ho sentito la potenza maggiore di qualsiasi altra onda che ho surfato a Nazaré».

«Non c'è accelerazione di automobile o aeroplano che senti con tanta potenza. È incredibile».

Sebastian Steudtner from Germany rides a wave during a tow surfing session at Praia do Norte or North Beach in Nazare, Portugal, Saturday, Feb. 15, 2020. (AP Photo/Armando Franca)
Sebastian Steudtner (foto d'archivio)
KEYSTONE

La World Surf League e un team di scienziati, insieme al Guinness World Records, hanno così rilevato che l'onda cavalcata da Steudtner misurava 26.21 metri di altezza: la più alta mai cavalcata da un surfista.

L'impresa del tedesco abbatte il record precedente di Rodrigo Koxa, stabilito nel 2017 sempre a Nazaré, quando il brasiliano scivolò su un'onda di 24 metri.

Nonostante i progressi tecnologici, il processo di misurazione accurata delle grandi onde richiede rigore scientifico e creatività. Gli esperti esaminano le fotografie, cercando di determinare il punto di riferimento più affidabile per la misurazione.

«Si vuole avere un metro di misura il più grande possibile (la moto d'acqua ndr.) per convalidare le sue dimensioni», ha detto Adam Fincham, professore associato di ingegneria della University of Southern California, specializzato in fluidodinamica geofisica, colui che ha guidato l'analisi dell'onda di Steudtner.