Roghi a Breganzona, si segue la pista del dolo

SwissTxt / pab

17.7.2019 - 18:06

©Ti-Press
Source: ©Ti-Press

Due incendi in 48 ore in uno stabile di Breganzona partiti dalla stessa cantina, per la polizia l'ipotesi più accreditata è quella dell'intenzionalità. 

Non una coincidenza, ma un gesto intenzionale: dietro ai due roghi ravvicinati dei giorni scorsi nelle cantine dello stabile di Breganzona sembra esserci la volontà di appiccare il fuoco.

L'ipotesi del dolo, già emersa martedì, per la polizia rimane la più accreditata. La Scientifica è potuta scendere solo oggi nelle cantine, fino a ieri inaccessibili per le alte temperature.

Nelle ultime ore sono stati interrogati gli inquilini, come testimoni. Si sta indagando a 360 gradi e non è noto se i sospetti si concentrino su qualcuno. Escluse le possibili contaminazioni di amianto o di piombo e accertata la sicurezza dei muri portanti, luce verde dal comune di Lugano per l'abitabilità.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page