COVID-19, la parola al Governo ticinese

SwissTxt / ATS / pab

24.2.2020 - 16:50

Il consigliere di Stato ticinese Raffaele De Rosa, direttore del Dipartimento della sanità e della socialità
Ti-Press / archivio

Alla luce dell'evoluzione della situazione sul fronte della diffusione del coronavirus in Italia, il Dipartimento della sanità e della socialità del canton Ticino ha convocato una conferenza stampa lunedì pomeriggio a Bellinzona.

All'incontro coi media convocato alle 16.00 a Palazzo delle Orsoline hanno preso parte il presidente del Governo Christian Vitta e il consigliere di stato Raffaele De Rosa, accompagnati dal medico cantonale Giorgio Merlani.

Ed è proprio quest'ultimo ad avere fugato ogni dubbio, dopo aver più volte ribadito che non ci sono casi di coronavirus su suolo elvetico: «È inevitabile che un caso in Svizzera o in Ticino si presenterà nei prossimi giorni o nelle prossime settimane, non sta a me fare la previsione esatta, ma arriverà».

Una ventina di specialisti al lavoro

Il consigliere di Stato Raffaele De Rosa ha specificato, dal canto suo, che un gruppo di coordinamento cantonale, composto da una ventina di esperti coordinati dall’Ufficio del medico cantonale, è a lavoro già da diversi giorni.

«Ringrazio chi nell’ombra si sta adoperando per il bene e la sicurezza dei cittadini, con tanta abnegazione e impegno. Da venerdì è cambiato lo scenario, ne abbiamo preso atto, e abbiamo introdotto nuove misure», ha comunicato il capo del Dipartimento sanità e socialità.

«Siamo pronti»

«Il Consiglio di Stato ha fiducia negli specialisti che da settimane stanno lavorando e chiediamo alla cittadinanza di avere altrettanta fiducia», ha aggiunto Christian Vitta.

«Come Cantone Ticino siamo pronti ai primi casi che potrebbero presentarsi in Ticino, e restiamo in continuo contatto con le autorità federali e dei paesi vicini, in particolare con quelle italiane» ha terminato il presidente del Governo.

Le misure adottate dalla Confederazione

Intanto in una conferenza stampa a inizio pomeriggio a Berna il ministro della sanità, Alain Berset, ha annunciato che non ci sono finora casi confermati di coronavirus (Covid-19) in Svizzera.

Ha poi presentato una serie di misure supplementari: maggiore informazione, prontezza operativa e ulteriori esami, in particolare in Ticino.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page