Afghanistan

I talebani esprimono interesse per buone relazioni con Svizzera

ev, ats

29.8.2021 - 13:14

Le donne avranno il diritto al lavoro e all'istruzione "a condizione che lavorino in abiti islamici adeguati", ha detto in un'intervista scritta con il SonntagsBlick un responsabile dei militanti islamici talebani (foto simbolica)
Keystone

Un responsabile dei militanti islamici talebani ha indicato in un'intervista scritta con il SonntagsBlick che il nuovo regime in Afghanistan ha interesse a intrattenere buone relazioni con la comunità internazionale, compresa la Svizzera.

ev, ats

29.8.2021 - 13:14

L'aiuto umanitario sarà accettato purché sia incondizionato, ha aggiunto l'alto funzionario Abdul Qahar Balkhi.

«Chiediamo ai paesi del mondo – compresa la Svizzera – di riconoscere il diritto all'autodeterminazione del popolo afgano e di mantenere buone relazioni diplomatiche, economiche e interpersonali con l'Afghanistan», ha detto Balkhi. Questi parla inglese ed è un membro della commissione culturale dei talebani, il movimento islamista che ha preso il potere a Kabul a metà agosto.

La paura dei talebani è infondata, ha indicato Balkhi nell'intervista. «Abbiamo annunciato un'amnistia generale per tutti i membri dell'opposizione». Balkhi ha smentito informazioni credibili dei media e delle Nazioni Unite su numerose esecuzioni arbitrarie e persecuzioni, per esempio, di ex funzionari pubblici e giornalisti da quando i talebani hanno preso il potere. «Garantiamo la protezione della vita di tutte le persone».

Balkhi ha poi aggiunto che il regime accetta «qualsiasi aiuto umanitario e di sviluppo che non sia condizionato».

Promessa per le donne

Il funzionario talebano ha detto inoltre che le donne avranno anche il diritto al lavoro e all'istruzione «a condizione che lavorino in abiti islamici adeguati». Tutte le donne che professano l'Islam sono obbligate a coprire il loro corpo, sia con un burqa, un hijab, un nikab o qualsiasi altro indumento.

ev, ats