Arriva il successore degli SMS: che cos'è RCS e cosa cambia per me?

dj

2.7.2018

Insieme a Google, gli operatori di rete stanno spingendo per fare il salto da SMS a RCS. Il nuovo standard per i messaggi offre più funzionalità. Gli utenti Android possono già utilizzare RCS, per l’iPhone esiste invece un’app apposita.
iStock

Il vecchio standard SMS potrebbe essere sostituito dal nuovo sistema di messaggi "RCS". Di cosa si tratta e cosa comporterà per gli utenti di telefoni cellulari?

L'SMS è parte integrante della storia del cellulare. Il classico "messaggino SMS" però è in declino da anni. Non c'è da stupirsi, un SMS è alla fin fine solo un testo più umile senza Emoji e GIF. Pertanto, gli SMS dovrebbero ora essere sostituiti da "Rich Communication Service", abbreviato in RCS.

RCS non è una nuova app di chat

RCS non è un nuovo servizio di messaggistica come WhatsApp, Telegram o simili, ma così come SMS è uno standard che potrebbe (teoricamente) essere implementato su tutti i telefoni. Richiede solo il supporto del produttore e dell’operatore di rete. In Svizzera, Google e Swisscom stanno facendo progressi.

L'app messaggi standard di Android supporta RCS. Con il successore degli "SMS" è possibile anche creare chat di gruppo e inviare emoji.
Google

RCS è già installato sui telefoni Android

Google è la forza trainante di RCS e l'ha già integrata nel suo sistema operativo mobile Android. Tutti gli attuali smartphone Android, di Samsung, Huawei, Sony ecc., supportano di fabbrica RCS. Swisscom vuole preparare la propria rete per RCS entro la fine dell'anno e il suo utilizzo dovrebbe essere gratuito.

I messaggi RCS si inviano allo stesso modo in cui oggi inviamo gli SMS. Se il dispositivo del destinatario non supporta RCS, ad esempio, come nel caso dei dispositivi Apple, il messaggio verrà automaticamente inviato come SMS.

I vantaggi di RCS su SMS

Qual è il vantaggio di RCS rispetto agli SMS vecchi ormai di 26 anni? RCS consente di inviare immagini, video, file, creare chat di gruppo ed effettuare chiamate audio e video.

Tuttavia, a differenza delle app di messaggistica WhatsApp, Signal o Threema, RCS non dispone di crittografia end-to-end. Per gli utenti del 2018, che generalmente ci tengono alla privacy dei dati, questo risulta un po’ difficile da digerire.

Proprio come WhatsApp, anche RCS può essere utilizzato anche nel browser web.
Google

Cosa ostacola ancora RCS

RCS ha ancora qualche ostacolo da superare se vuole davvero affermarsi come un successore di SMS. Da un lato tutti gli operatori di rete devono supportare lo standard, in modo che si possa davvero comunicare in questo modo con tutti gli amici. Sunrise e Salt non hanno ancora annunciato se e quando lo faranno. All’estero sono un po’ più avanti. In Germania, Deutsche Telekom e Vodafone sono i due maggiori fornitori di reti che supportano RCS, mentre negli Stati Uniti tutti i provider di rete prevedono di utilizzare RCS.

Punto interrogativo Apple: che succederà a iMessage?

Tuttavia, il più grande ostacolo sulla strada potrebbe venire da Apple. In passato, il produttore di iPhone ha mostrato poco amore per gli standard sviluppati dai concorrenti ed è improbabile che cambi idea. Se Apple supportasse entrambi, RCS cannibalizzerebbe il servizio di Apple stessa, iMessage, privando la società di un vantaggio competitivo. Quando si tratta di scegliere tra profitto e facilità d’uso, Apple sceglie solitamente il primo.

Con ogni probabilità, gli utenti iPhone dovranno installare un'altra app per l'uso di RCS che anche Swisscom offrirà. Questo tuttavia mina il vero ruolo di RCS come semplice sostituto di SMS.

Tornare alla home page