Buoni propositi del 2018: come procede?

CoverMedia

15.1.2018 - 16:10

Covermedia

Finora abbiamo mantenuto tutte le promesse fatte a noi stessi all’inizio dell’anno: continuiamo a farlo andando a dormire prima delle 10.

Ci siamo iscritti in palestra – o meglio, abbiamo finalmente iniziato ad usare la tessera che avevamo dimenticato in un cassetto – la dieta va bene, e il nostro stile di vita sembra decisamente più regolare e tranquillo rispetto all’ultimo periodo del 2017. Ma se cominciamo ad avvertire la stanchezza o la noia della nuova routine, è probabile che questi buoni propositi sfumino ancora una volta.

Per questo abbiamo parlato con i pro di fitness di Virgin Active, che in collaborazione con il team del professore Andrea Baronchelli, della City University di Londra, hanno creato una «formula magica» per mantenere i buoni propositi. E non potrebbe essere più semplice: basta essere a letto poco prima delle 10 di sera.

Statisticamente, infatti, il 54% delle persone crede che debba fare più esercizi, e se i risultati tardano ad arrivare, punta il dito contro la mancanza di tempo, di motivazione e/o di denaro. Eppure, stando ai calcoli del professor Baronchelli, il segreto del successo sta nell’andare a letto non più tardi delle 21.44.

Anche parlare con qualcuno dei nostri programmi per la palestra e preparare l’attrezzatura in anticipo aiuta a mantenerci in forma. Ancora, fare esercizi con un amico, avere abbastanza outfit sportivi per tutta la settimana, o andare in palestra la mattina prima di andare al lavoro sono altri ottimi spunti.

«Una delle cose più importanti quando parliamo di esercizi è la motivazione», ha dichiarato Andy Birch, direttore di fitness di Virgin Active. «Se non siamo motivati, troveremo una qualsiasi scusa per decidere di non andare in palestra. Sappiamo che gennaio è il mese dell’anno più duro, dopo gli eccessi del periodo natalizio, e le giornate sono più fredde, buie e corte. Dobbiamo trovare un esercizio che fa per noi, che sia una classe con un istruttore, pesi, nuoto o un mix di tutto questo. Quando ci piace ciò che facciamo, è più probabile continuare a farlo e mantenere uno stile di vita regolare. Facciamo del 2018 un anno magnifico, non l’anno delle scuse!».

Tornare alla home page

CoverMedia