Quanto ambiente consuma il mio cellulare?

15.12.2017 - 11:29, Marius Schlegel, Blog sostenibilità

Un modo semplice per contribuire alla sostenibilità dei cellulari: utilizzare i dispositivi il più a lungo possibile anziché acquistare sempre l’ultimo modello.
Immagine: Keystone
Di recente una ricerca di Greenpeace nel settore dell’elettronica di intrattenimento ha destato scalpore.
Immagine: Keystone
Secondo l'edizione più recente della «Guida ai dispositivi elettronici più verdi» allestita dall’organizzazione ambientale, la classifica è guidata da Fairphone ma, contrariamente a ciò che ci si può aspettare, il suo vantaggio sui concorrenti non è molto ampio.
Immagine: Greenpeace
Il produttore leader di smartphone sostenibile è infatti tallonato da vicino dal gigante high-tech Apple.
Immagine: Keystone
Altri leader del settore, come Samsung e Huawei, sono invece lontani, confinati agli ultimi posti.
Immagine: Keystone
Greenpeace sottolinea che Fairphone e Apple hanno rinunciato a sostanze chimiche pericolose nel processo di produzione.
Immagine: Keystone
A causa delle strutture globali del settore, sanzionare i comportamenti imprenditoriali sbagliati è estremamente complesso.
Immagine: Keystone

Da uno studio emerge che i prodotti Apple sono pressoché altrettanto sostenibili dei Fairphone. Ma è davvero così semplice? Abbiamo esaminato la cosa con attenzione: infatti, dipende.

Di recente una ricerca di Greenpeace nel settore dell’elettronica di intrattenimento ha destato scalpore. Secondo la più recente pubblicazione della «Guida ai dispositivi elettronici più verdi» allestita dall’organizzazione ambientale, la classifica è guidata da Fairphone ma, contrariamente a ciò che ci si può aspettare, il suo vantaggio sui concorrenti non è molto ampio. Il produttore leader di smartphone sostenibile è in fatto tallonato da vicino dal gigante high-tech Apple. Altri leader del settore, come Samsung e Huawei, sono invece lontani, confinati agli ultimi posti.

Dall’estrazione delle materie prime allo smaltimento

Greenpeace sottolinea che Fairphone e Apple hanno rinunciato a sostanze chimiche pericolose nel processo di produzione. A vantaggio di Apple va detto che è l’unica impresa ad aver accettato che non solo i suoi centri dati e uffici siano alimentati con energie rinnovabili, ma che in futuro lo sarà l’intera catena di produzione. In tale contesto si capisce come una classifica che tenga conto di tutti gli aspetti del settore sia complessa e difficile. Non si valuta infatti unicamente il prodotto finito, bensì un gran numero di fattori. Tentiamo di elencare una serie di criteri senza aver la pretesa di essere esaustivi:

-       quali materie prime contiene il prodotto e in quali condizioni sono state estratte?

-       In quali condizioni di lavoro è stato realizzato il prodotto, ad esempio dal profilo della protezione dei lavoratori, dei salari, della prevenzione della salute, ecc.

-       la qualità del prodotto è sufficiente per garantire un uso pluriennale o è tale da costringere l’acquirente a sostituire il dispositivo con uno nuovo già dopo pochi mesi?

-       quanto è riciclabile il dispositivo?

Lo smartphone più sostenibile è ovviamente quello che non deve essere prodotto. Il bilancio ambientale dei dispositivi deve essere analizzato sull’intera durata di vita. Oltre il 75 per cento delle emissioni di CO2 causate da uno smartphone è generato durante la produzione.

Comporre i cellulari come mattoncini Lego

È ciò che fa di Fairphone il leader di questa classifica. Si tratta di una filosofia aziendale che non mira esclusivamente al successo economico, bensì anche a una conduzione sostenibile e trasparente, nonché a prodotti di lunga durata. A settembre alla Internationale Funkausstellung IFA a Berlino l’azienda non ha presentato come tutti un cellulare, bensì «solo» una nuova fotocamera per il suo attuale modello. Ciò corrisponde esattamente al principio di questo produttore: non inondare costantemente il mercato di nuovi dispositivi, bensì sviluppare gli attuali modelli pezzo per pezzo grazie alla loro struttura modulare. Grazie alla semplicità del sistema a incastro, come con i Lego si può sostituire la fotocamera superata o danneggiata con una nuova, senza dover sostituire tutto il cellulare. Una misura semplice e al tempo stesso preziosa per lottare contro i 40 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici prodotti ogni anno nel mondo intero.

Cosa possiamo fare tutti noi

Sono pochi i produttori che perseguono una simile strategia aziendale. A causa delle strutture globali del settore, sanzionare i comportamenti imprenditoriali sbagliati è estremamente complesso. L’organizzazione svizzera non governativa Public Eye, che da anni analizza criticamente e commenta questi e altri rami economici, ha riunito in tale ottica delle semplici proposte di azione che ognuno di noi dovrebbe prendersi a cuore:

-       utilizzare lo stesso cellulare il più a lungo possibile e donarlo, quando non lo si usa più

-       far riparare gli smartphone difettosi oppure consegnarli gratuitamente a un rivenditore o a un punto di consegna ufficiale

-       rinunciare al nuovo cellulare gratuito dell’operatore di rete e chiedere invece una riduzione del prezzo del contratto

-       chiedere ai fornitori e ai produttori di cellulari: cosa viene fatto per contrastare la violazione dei diritti umani lungo l’intera catena di produzione e per rispettare gli standard di lavoro internazionali?

La rubrica sulla sostenibilità

La rubrica contiene consigli sempre nuovi dai collaboratori e dagli esperti di Swisscom per uno stile di vita sostenibile e un approccio competente ai nuovi media. Vi presentiamo aziende e tecnologie che offrono soluzioni innovative per affrontare le sfide sociali ed ecologiche della nostra epoca. Iscrivetevi subito alla nostra Newsletter per restare sempre informati. Il portale Bluewin è un'unità commerciale di Swisscom AG (Svizzera).

Marius Schlegel è esperto di servizi compatibili con il clima, di Mobile Aid nonché di politica energetica e climatica nel team Corporate Responsibility di Swisscom.

Tornare alla home page

Altri articoli