Spettacolo

Charlize Theron: «Time’s Up ha cambiato Hollywood»

CoverMedia

5.11.2018 - 13:12

Source: Covermedia

Per l’attrice, i movimenti nati all’indomani dello scandalo Weinstein hanno rivoluzionato il mondo del cinema.

Movimenti come Time’s Up e #MeToo stanno cambiando l’industria cinematografica.

Ne è convinta l’attrice premio Oscar Charlize Theron, schieratasi al fianco delle donne vittime di abusi e molestie sessuali, che hanno deciso di raccontare la loro storia dopo l’esplosione dello scandalo Weinstein.

«Da quando esiste Time’s Up, sono stata a molti incontri e anche sul set, e non c’è stata volta in cui non se ne sia parlato - ha dichiarato la Theron a elle.com -. Si è preso coscienza del fatto che stesse diventando un mondo squallido. Ora invece si tende a osservare con ammirazione la tenacia di chi continua a lottare. Attualmente siamo in fase di pre-produzione di un film e stiamo lavorando duramente affinché tutti comprendano che questo settore debba assolutamente cambiare. Dobbiamo cominciare ad assumere in maniera diversa e dobbiamo creare delle opportunità per dei set neutrali».

Charlize, nel corso della ormai sua lunga carriera da attrice, ha preso parte a pellicole di successo come «Le regole della casa del sidro», «Un milione di modi per morire nel West» e «Mad Max: Fury Road». Il film che ha più di tutti rivestito un’importanza cruciale per la 43enne star però è stato «Monster», in cui ha interpretato la serial killer Aileen Wuornos.

Il film, che le è valso un Oscar come Migliore Attrice, ha aperto una strada verso l’esplorazione di «donne non convenzionali», secondo Charlize.

«Lo ammetto: sono stata molto fortunata con il personaggio di Aileen Wuornos in Monster. Quel ruolo ha sfondato un soffitto di cristallo per me. Mi ha dato più libertà a livello creativo per esplorare versioni più sottili di donne non convenzionali e, in definitiva, mi ha dato l’opportunità di fare la carriera che desideravo, la possibilità di confrontarmi con il racconto di cosa significhi essere umani».

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia